VINO E PANE

Vengo a te, capomastro, attingo a patiboli Che agitano chiome come mirti allo iodio Poi busso alla torre stremata, il geniere Ha due scalpellini con sé che brucano edere, Ad ogni uncino un girone… Mi si fa di faccia un muratore dell’odio che dice: « Questi mattoni si devono cuocer …