IL PALLO (da favole del ’68)

avendo pranzato john posso dire di essermi fatto disegno ho con me molti dischi di giuria antica ma é tutto chiuso e non ho tinta i miei fratelli che sono già eseguiti continuano a cercarmi spostano strati interni di lunaglia tiepida si esauriscono senza completare il giro dei contrafforti la …

MYC 3 (da Favole del ’68)

il controtipo da cui sup si aprivano schiarendo le volte guidati dall’emazia di cui si scorgeva perfettamente la corona scanzia era parzialmente listato e di profonda liquidità mancavamo sempre di fissarlo? no riuscivamo a simulare le correnti urbane stavamo sempre nel negativo della cultura con la luce le lacinie della …

MYC 2 (da favole del ’68)

ci sono rare battagline sulla corona di fido emittente queste stranissime sup depositano ceppi neri di scandio sui laghi polari e mostrano una gemmazione babudiera che strappa radicalmente fascioli verticali di mare e li scioglie sul fido la loro fama non si sa come si disperde fatto sta che i …

MYC 1 (da Favole del ’68)

osservo la fuga e non ho con me corpi visibili. il sup é convincente demolisce l’anfiteatro delle ultime sup antimeridiane e poi torna sul nostro vecchio precox scende nel controtipo ma non può deviare verso l’ammasso sente gridare i bambini e chiude poi continuando a scendere forma le centuate gialle …

I DENTI 3 (da Favole del ’68)

l’esigenza é locale lo skopus usato con l’interno inanellato di balconiere bianche mosb susini é esasperato dai giardinieri non potrebbe essere altro che quello che é am-rossobruno ogni pezzo di quest’oro ripete gli emanu-el più lontani e l’ebbra i pupi ascoltano ma é già finita

I DENTI 2 (da Favole del ’68)

lavorando a una delle sue ultime fruste il bambino presentò sei piani aspirati senza lottare poi con altri chiese un duplo e minacciò di trasformare i venti in ebbra viva soltanto una parte della scuola era oro gli altri piani erano labrador curvo ora noi siamo orientati nei venti bassi …

I DENTI 1 (da favole del ’68)

questi sono i miei denti in emanu-el diversi te li mostro in una striscia a farfalla che ti invito a rissare nel vestibolo mobile dentro un balconiera alta 25 cm ci sono tre centri per pupe forse per la prima volta si tratta di un wuster come oro semplificato so …

IL FUMO 2 (da Favole del ’68)

per una totale autocritica ci sentivamo morti sotto seppelli cimine erano fiori renne pesciuzzi ma di dad e usvardi proprio niente e perciò iostessa respiravo appena respiravo soltanto l’intera seppilli non era più valida di così questi ultimi 15 anni hanno interamente modificato le cimine per cui nel mezzo della …

IL FUMO 1 (da Favole del ’68)

spasimavo dalla voglia di stringere il collo e la testa del fumo usvardi mi sentivo se stavo col turchese tosato molto umido e abbastanza eretto tra collo e testa ce n’erano due e i donatori si stupivano che ci fosse dietro un solo turchese mi accostavo e mi scostavo senza …

IL VENTO 5 (da Favole del ’68)

come posso parlarti del tessuto se non sento il dolore? alla luce frazionata del rifugio i miei sviluppi degenerano sembra una chiaro di appiccicoso deserto la scomparsa si realizza con esso pur essendo fortissimo respiro appena ma il vento spinge e lega i lisosomi ogni sera un carito muto rappresenta …