CANTABILE OSTINATO II

Parliamo della città sfregiata che si allunga ecc. ecc. appesa a un filo un’ombra primavera panni stesi e un colpo di pistola le coordinate esatte il fazzoletto al dito per non dimenticare se il pesco è già fiorito se il mare è sempre uguale laggiù lungo la linea frastagliata della …

CANTABILE OSTINATO I

  gaglioffo nelle inezie   dove affogo mi do’ spago   perplesso guardandomi   scendere le scale   chiedendomi chi è l’altro   che mi guarda   in attesa del mio piede   in fallo   del coccige contuso   stretto dentro un vestito démodé   lunga la barba miope …