Valeria Sangiorgi, Foto Acquatiche 1
Valeria Sangiorgi, Foto Acquatiche 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pippo Zimmardi, “cose”
Il cucchiaio nell’orecchio

Il giornale resterà chiuso per manutenzione tecnica fino al 26/09/22

DUE VOLTE

La sola differenza tra le formule AC0004452601 e AC0004452601-1, che sulle tavole anatomiche indicano il medesimo elemento,  è, come si può vedere, che nella seconda formula l’1 finale viene ripetuto due volte.  Due volte batte il piede di F. B., a intervalli regolari di quattro secondi, due volte un furgone …

SELVA

Zolle di terra compongono il tuo corpo. Ad occhi chiusi gratto il contorno. Scivolo e mi sgretolo, ferita già aperta. E mi faccio terra, fiumi e mari, universo, arenile e montagne innevate, il lavoro del cosmo per costruire altre stelle, la cintura di Orione, il silenzio, la pelle. Congiungersi e …

COSO

Mio padre il lettore ha detto camerista: non con cameriera mio padre il lavoratore ha ricordato Assunta, e il mondo per come lo conoscevo è in un istante finito. Ogni poesia sovrapposta ad altra ad altre: questa, che mio padre la spia ha scoperto mischiando d’istinto due piani, in un …

24/11

Dover campar…sempre in bolletta, sempre in disdetta… Trallallero…senza un copeco (cantando) Sotto questa luna (l’artista indolente, mente…) Cosa preparo per cena, maestà Pane e salame, Galileo La fame, oh per carità che orrore, dopo la morte è lo scandalo più grande La morte per fame è umanamente insopportabile … Non …

DUE PAROLE SUL MEETING AMBIENTALE (10)

Quella della vasca era in tempi remoti una cerimonia che gli abitanti delle Terre Acriliche celebravano per irrobustire il seme della loro specie. Avveniva un sorteggio tra la popolazione maschile e chi era estratto doveva immergere il proprio uccello nella vasca e lasciarcelo il tempo di una clessidra (ancora sconosciuto …

39

sai (padre)   noi occhi e corpo dietro elettriche finestre bardati disincarnati senza volto quasi   la morte ci fa di nuovo fragili di nuovo esseri viventi     Fantasmi, agone agonia (da “di fantasmi e stasi. transizioni.” Arcipelago Itaca Edizioni, 2017)

(PER FAVORE)

Tu, per favore, tu dimmi della notte. In quale ombra a vuoto rotei gli occhi. A nuoto l’attraverso e navigo, per rotte Che non annoto, col conto dei rintocchi.

GLI ANNI DI ANNA – 02

  Anna che a ventotto anni è una seduttrice seriale, con il sorriso più immondo e falso che vi potete figurare / una sfrenata amante, elettrica fornicatrice, / sempre in bilico tra frasi e antifrasi che compongono il poema della sua anima corrotta e corruttrice, / anima schizomorfe, anima divisa …

ABSTINE SUBSTINE, “Luglio” 1

10. 14 luglio. Buon compleanno papà, come se vivessimo lontanissimi.   11. Papà si è lasciato andare. Nella mia vita sembra tutto normale, ma è tutto assurdo e sulfureo. Ho sempre voluto trattenere (le pagine dei libri ecc). È piacevole lasciare andare. Ci fermiamo davanti a una vetrina per leggere …