Francesco Gambaro
Francesco Gambaro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pippo Zimmardi, “cose”
Il cucchiaio nell’orecchio

ANNI 121 FINO A QUESTO MOMENTO

L’otto di maggio del 900 la signorina G. si svegliò di ottimo umore. Si preparò un tè forte, mangiò due biscotti, sorbì un grog al mandarino bollente. Fatta qualche cosuccia decise quindi che era venuto il momento. Chiuse la porta a chiave. Tirò giù le tende. Srotolò la sua lingua …

IL LETTINO DI FREUD

Ho profanato il lettino di Freud con fantasie erotiche illecite. Sigmund si è preso la briga di venire a trovarmi in sogno per dirmi che non si fa e poi mi ha baciata raccomandandomi di rivolgermi a uno psicoanalista freudiano per l’interpretazione del sogno in cui lui stesso era venuto …

REEDLAST

hanno portato le sedie portato via le poltrone per] [mettere insieme parte del centro la periferia a stecchi marmorìni i] roboanti senza trucco della scala a luce folgoràta il] veleno lo sputi è un treno [ritorna qui in forma non romanzata] ma non si vede [il quadrante] deraglia [il quadrante] …

HOUSTON ADDIO (BREVE E ROMANTICA STORIA DEI CONTRATTI) / 6.

Un momento: la cosa andò infine a buon fine, tanto da scatenare in lui la voglia di uno pseudonimo che lo tenesse lontano da occhi indiscreti, una sorta di password da cambiare di tanto in tanto per non farsi prendere mai nella sua fuga tra le critiche, a precisione nucleare, …

A BES

a Bes ci andai per cercare il posto dove il mio predicatore preferito fece il suo primo discorso. La prima cosa che  mi colpì fu i tanti ragazzi e uomini giovani che camminavano nelle strade che andavano al grande fiume o nei paraggi, in tutte le ore del giorno e …

METASTORIA/REFLUSSO/LUMEGGIATURE

La precessione degli equinozi devia la mappa celeste ma ci vorrebbe altro per scuotere la dura crosta di menzogne che lievitano licheni su tutti i tronchi, i rami del decollato platano in statale. Dal giardinetto buio voci ambigue slogano il falso silenzio, si mobilitano i cespugli e crude affermazioni smentiscono …

MI ACCORDO AGLI ARGINI TRA OMBRE

mi accordo agli argini tra ombre che trascinano l’aria calda e sfollano per i monti nelle stanze dei riccioli perché sento vivere il tuo respiro tra il pensiero e questo soffio nell’oblio che tocca la parola – nel tempo chiuso tra porte di vetro       (da L’allarme del …

1601109

Esserci (Pathos dell’effimero e della morte) Quella dell’esserci è un’idea sublime ma rischia di lasciar precipitare la dimensione della vita b Comprendo talmente poco della mia vita e di ciò che potrebbe renderla meravigliosa o almeno decente Al diavolo la decenza (determinato eppur frivolo) Virtuosismi snob del nulla Musica afro/ …

ANIMA CACCIAVENTO (4)

Giorni-corpi saldi, soldati combattenti In fila a turno ciascuno all’arma bianca, Neonate anime-agnelle, prede ai cacciaventi Nel volo eterno, nel giro che non stanca.

SETTE BIOMEMI FORTUNATAMENTE AMBIGUI (4)

Graffitava sulle proprie scartoffie le antiche ferite dell’ego narciso, i palpiti dell’animula esulcerata, poi si rendeva conto che cercava soltanto il decoro nello sterco, e che era meglio gettare le carte di sé impestiate nella pattumiera.