Claudio Romeo: “tra Terra e Venere”, collage analogico, 2021
Claudio Romeo: “tra Terra e Venere”, collage analogico, 2021

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pippo Zimmardi, “cose”
Il cucchiaio nell’orecchio

FRAMMENTO 1

  Orizzonte dal latino Horizon, che limita. Sottointeso è Kyklos – il cerchio. Una delle possibili destinazioni. Una delle moltissime possibilità.         Il muro a calce nasconde molti pesci. Quando è notte i loro occhi illuminano la strada verso il fiume. Sulla sponda del fiume una donna …

SOSPENSIONE

sospensione non era che svilimento del vuoto e il senso tattile dell’abbandono nello sradicamento del se diverso o tempo inverso misericordia ha cecità ataviche aldilà della muraglia     (da Quintessenza – Marco Saya Edizioni, 2018) su autorizzazione dell’Autrice

2/10

Com’è la notte, galileo Chiara, maestà, chiara … Tutta colpa del gatto (se ne sta dietro i vetri a guardare fuori) Sono anni che ci vediamo invecchiare In questa valle, in questa casa, in questa strada … Piove (non esiste angoscia che la pioggia non possa lenire) L’acqua sommerge e …

da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.19

Cristalli di enigmi voltarti Lo sguardo retro di chi sa Già marce le gioviali canne Spaziate sul greto del fiume. Sazia di creta di fango L’errabonda fiaccola del sale Fotografia perpetua di morti, Angelo d’occaso consola chi è Porziuncola che coli d’eclissi Visibilio i giocattoli arcobaleni. Chiunque tu sia inòltrati …

GLACIAZIONI, SPONDILOSI, SINTROMI

Uscendo dall’incontro si presenta la montagna e nel coltroluce la sua criniera di pini ed alberi uno a uno smerletta dolce. La gran massa di parete avanza verso me, pretende lo spazio mio, mi deteriora. Capisco fuori turismo, l’erta salita quotidiana a quel richiamo di sirene, la fresca strada in …

GLI EFFETTI (6)

inesatta ma la] topografia rende la sterilità dei luoghi sterza via come alcune luci incandescenti alcune sàltano e còlano in mezzo alla gente che paga per spingere o ingerisce relitti tutto] l’inedito l’estremo la] topografia serve ha febbre funghi segnaposto linea distanza informatica di base Basilea che fa freddo che] …

DENTRO / FUORI – 8

Fuori: l’archetipo di un processo incontrollabile, l’apparenza sensoriale e il paesaggio inconoscibile, la rivolta che si tradisce e la follia immutabile, le risposte errate e la fine più che probabile

BOCCA

Ho sognato che ero dentista e dovevo togliermi un dente, cercavo altri dentisti ma nessuno voleva togliermelo ed ero costretto a togliermelo da solo imbrattando di sangue ogni cosa. Ho sognato che quattro dentisti infoiati volevano togliermi un dente e io scappavo a precipizio nel bosco anche se era notte …

HO SETTE ANNI

Siamo nello studio. Luci puntate e buio. Con forza e fermezza il dottore mi strappa entrambi i lobi nei quali ho due grandi orecchini a cerchio. Mi scuoto, me ne andrei. Il dottore mi afferra gli avambracci e me li blocca sulla scrivania. Non posso muovermi. Senza fiato, ho paura. …

ELENA

grifagna di buon mattino all’abbaio del cane del signor crisippo la rimpatriata ci conosciamo? ”L’anno scorso la mia pronipote” oggi qui per l’aggiornamento che rientra nei possibili delle pensate inutili non c’è premura per l’aneddoto mattutino e il motto chiave: Non in verbis sed in rebus est caffè mela per dire la via …