Marco Giovenale – untitled, digital image, glitch, (CC) 2020 differx
Marco Giovenale – untitled, digital image, glitch, (CC) 2020 differx

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pippo Zimmardi, “cose”
Il cucchiaio nell’orecchio

GIORNO QUINDICI

Non mi sono mai sentita tanto bene nello scrivere, mi sento ardere.   Chissà se anche a lui tornano improvvisamente in mente certe immagini dei ricordi, il centro di Oga.   Informarsi sull’alcolismo di Carver.   Io sono innamorata di lui. Anche se lui non mi vuole più ed io …

ALTRI FRAMMENTI (10)

Ciò che rende originale il suo pensiero è la sua tesi sull’apparente facoltà di volere degli esseri viventi. Ogni atto del volere, argomenta, nasce dall’unico realizzatore del divenire. L’infinito include le opere dell’uomo e di ogni essere vivente, cosicché la volizione è apparente; si vuole ciò che è già stato …

CANTICI DELLO STAGNAIO III

domani / a quest’ora cercherai di ricordare questa città / a quest’ora   il rumore / di questo traffico le prime luci / della sera   e le ultime nuvole / che si allontanano dai depositi di legname e dalle cisterne   le rotaie e le locande / le lanterne …

IL DOLORE 6 (da Favole del ’68)

ho fatto una palla di sudicioni con i migliori cariti di bordighera e ho aspettato che i venti si allontanassero per iniettarvi un baldo di sofferenza dopo l’iniezione la palla con un ritmo di uno su due si é contratta al limite di 19 mm di diametro raggiungendo la durezza …

NUDA VITA

Come ricordarsi della nuda vita? Nei Campi i corpi prigionieri non appartengono più a se stessi Appartengono ai carnefici, a chi incarna un Potere insindacabile che governa sulla morte e la post-morte La pelle, la carne residua, le ossa, i denti, i capelli tutto viene riusato, riciclato, riadoperato Dopo i …

SUL CORSO

Sul Corso del mio paesello si facevano le vasche. Che non significa che si faceva il bagno. Vuol dire che si andava in fondo al Corso, si girava noncuranti – e si tornava indietro. Poi si rifaceva la stessa cosa. Tenendosi a braccetto, tra maschi o tra femmine. E ci …

CANTANDO

la diversità è il valore   eppure si combatte colonne di uomini marciano perdono chili d’aria abbagliati dal giallo della pannocchia snocciolarla per illuminare le scalinate snocciolarsi nei grani di sole tenersi la mano fino alla fine calciando i punti reietti cantando cantando anche senza voce stralciare gli acuti acuminando …

EPISODIO 2 / GIORNI E ORE

Abbastanza inutili i pomeriggi. Qualcuno propone la doppia ora legale, magari in inverno: una in estate, due nella stagione del freddo, sì. Ma è una parola misteriosa – abbaìno – che cade in centro senza motivo, a rallentare ogni voce. Si giunge allora a una conclusione: cesura del giorno appena …

(E’ FUORI DAL TESTO COSI’?)

la funzione metalinguistica permette a un linguaggio naturale di essere usato come codice per la descrizione del linguaggio stesso   metalinguistico è ciò che va oltre l’ambito della struttura della lingua, si dice di quegli ambiti in cui il fatto linguistico è argomento valido e fondamentale per questioni di altro …

Oda al dìa feliz non feliz di Pablo Neruda*

    Da qualche parte. Tardo pomeriggio.   Pa: (declama) …di pane e pietra la terra l’aria canta come una chitarra. Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia, tu canti e sei canto. Il mondo è oggi la mia anim…   Lei: Sì sì, ho capito. Adesso però devo …