COSTANTINO CHILLURA  (foto di Ester Cremona)
COSTANTINO CHILLURA (foto di Ester Cremona)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pippo Zimmardi, “cose”
Il cucchiaio nell’orecchio

GLI ALTRI – n.24

e io e il mio grande amico Ger che cerchiamo non sappiamo cosa. Di notte 300 all’ora lucesuiplatani (c’è un ragno morto nella vasca, mi ha detto al telefono la polly tettinedorate). Cerchiamo non sappiamo cosa zitti in silenzio 300 all’ora. Di notte. Vieni ti faccio vedere una cosa, c’ho …

BAMBOLA DI MAIOLICA

Una bambola di maiolica, pallida e gigantesca, siede a gambe larghe sul divano di velluto nottambulo e punta i suoi occhi fasulli sul mondo. Tic tac fanno i suoi occhi fasulli e la sua testa, girando a scatti, ricorda i moti di una cocorita o di un orologio tirolese. La …

CANTABILE OSTINATO II

Parliamo della città sfregiata che si allunga ecc. ecc. appesa a un filo un’ombra primavera panni stesi e un colpo di pistola le coordinate esatte il fazzoletto al dito per non dimenticare se il pesco è già fiorito se il mare è sempre uguale laggiù lungo la linea frastagliata della …

BENESSERE MILITANTE – Scena XIV (2)

«Perché vogliamo fare questo film? Per lasciare una specie di documento ai posteri?» «Facciamo un film per raccontare una storia.» «Una storia o la nostra storia?» «Una storia attraverso la nostra storia. Ma perché queste domande?» «Solo per capire meglio il senso di quello che stiamo facendo. Ridotta al minimo, …

INVERTEBRATI

   Ma questo quanto tempo fa? Un anno, un mese? – non gli chieda di essere più preciso – la giunca del marinaio attraccata ai Tropici – “Non mi abbandonare mai”, sibilò – smussato come la punta di un vecchio coltello da caccia – si sparse la voce – “Lei …

CANTABILE OSTINATO I

  gaglioffo nelle inezie   dove affogo mi do’ spago   perplesso guardandomi   scendere le scale   chiedendomi chi è l’altro   che mi guarda   in attesa del mio piede   in fallo   del coccige contuso   stretto dentro un vestito démodé   lunga la barba miope …

IL TERMOMETRO E’ UNA COSA PER GRANDI

da piccolo ho avuto una febbre quando si aprirono alcuni dei rifiuti tossici che mi ero sotterrato dentro. nessuno mi poteva toccare perché ero caldo e radioattivo come un’insolazione, perciò mi coprirono con delle coperte che stavano sul letto come chiazze di petrolio nell’acqua di mare, ed io così sembravo …

REMAINDER READER’S DIGEST – 1

un dettaglio debole per cominciare un dettaglio da un deposito di dettagli o altro che  espelle con figurativa efficacia [à la carte] per cominciare butta la cicca lo spòrco che accade intorno fare del fumo può andare bene o vedere o vendere attraverso] per cominciare non] serve.

SETTANTADUE CASCATE

Non vorrei passare per piantagrane, caro signore, ma sono costretto a insistere: se le dico che sto aspettando il treno delle 18,15 intendo solo quello, e nessun altro treno ovviamente. Ripeto: diciottoequindici. Non capisco perciò perché lei, egregio signore, continui a sgranocchiare il libretto delle istruzioni proprio davanti ai miei …