LETTURA SCRITTURA VISIONI

lettura scrittura visioni parole che ti guardano ti respirano ti macinano l’unasull’altraprimadell’altradopodell’una la sorpresa Francesco istillava curiosità gioia pazienza per la parola scritta da cambiare aggiungere stravolgere il tessuto vestiva l’idea in letargo nello spazio-tempo vestiva l’idea che passava per caso la faceva parlare ridere viaggiare sorprendeva l’autore si arrabbiava …

URLO 3

dalla finestra il pesco si sfoglia nel silenzio immerso nella vita senza tatto petali segni di assenza si adagiano sull’erba macchiata di primavera coperta per corpi invisibili lontani da una carezza un urlo sordo da ogni filo d’erba al tocco del petalo rosa

URLO 2

l’immagine la precede passo passo la segue ticchettio di note taglienti dentro di sé nidifica un urlo persistente gioca a nascondino appare l’immagine scompare l’urlo che rincorre l’immagine che rincorre l’urlo non può cacciarli non può tacitarli lui l’immagine lei l’urlo

URLO 1

quella notte senza luna due grosse ombre seguiteattorniate da piccole ombre guadagnano il viottolo ombre nere la casa insonne ascolta il silenzio musicato dallo scricchiolio di passi sul secco pietrisco lei si irrigidisce spalle al muro una porta appesa alla paura si chiude su sé stessa respira nella coppa delle …

PESCO AL FONDO AL FONDO TROVO

sepolta dal vivo già  morta disconnetto lo spago dal pacco traslocato dimenticato per anni pesco a fondo al fondo trovo una bambolina di ceramica giapponese senza braccia una borsetta di seta azzurra colma di bottoni gioiello un sacchetto di tela di lino macchiato di tempo pieno di testoline di razze …

BRUCIANDO IL SORRISO

avanza con fatica abbracciato alla sua  giacca di velluto il vento gli cambia la pettinatura intrufola i capelli nella barba intreccia la barba con i capelli guadagna la casa libera un profondo respiro si sorride allo specchio compiaciuto del nuovo assetto il fruscio del canneto frustato dal vento gli solletica …

COMPAGNEROS

compagneros la nuvola del  peto inatteso circuisce il naso l’oltrepassa sospinta da un cirro nemicoamico scivola senza un programma un sospiro profondo la scompone musiche si accavallano frastornano le acciuffavamo per i denti ridevamo abbagliandoci senza rughe scrollando le spalle in testa nella fumosità dell’aria depositando idee movenze ghiribizzi panelle …

TEMPO SENZA TEMPO

tempo senza tempo fumo nero bianco galleggia in aria ghirigorando il percorso si allontana profumo di legna che brucia profumo antico che scoppietta sbadigli racconti impronte stanchezza del corpo che  soggiace al calore al di là delle scintille altri piaceri pungono la fantasia intraprendono un viaggio nel tempo senza tempo …

CANTANDO

la diversità è il valore   eppure si combatte colonne di uomini marciano perdono chili d’aria abbagliati dal giallo della pannocchia snocciolarla per illuminare le scalinate snocciolarsi nei grani di sole tenersi la mano fino alla fine calciando i punti reietti cantando cantando anche senza voce stralciare gli acuti acuminando …

LA FINZIONE

Due sdraio guardano la valle Al di là l’orizzonte biancastro Tra l’azzurro del mare e il celeste del cielo Osservato osserva Al tramonto una sdraio viene occupata Parla con la persona assente che non occupa l’altra sdraio Discutono di tutto su tutto Programmano il quotidiano Stanno solo in ascolto Disegnano …