PERSICO

Nel corso degli anni ho imparato a perdere. A vincere no, purtroppo. Per perdere dignitosamente bisogna anzitutto sapere per cosa si è perso. E io, modestamente, lo sacqui. Lo seppi perché me lo dissero, mica per altro: guarda che hai perso perchè questo e quello. E io, dicevo, lo seppie. …

A QUEL PUNTO AVER RAGIONE O TORTO NON INTERESSA PIU’ A NESSUNO

Li rilevano e li catturano depurando aria già pulita. Basta abbassare la soglia di tolleranza. Secondo me è un’idea geniale – si parla di milioni e milioni – giusto per riaprire agli investimenti, purché non trapeli nessuna indiscrezione – il risentimento delle persone è al limite, ma tollerabile. Per ora …

da AL BALCONE SOGNANDO

“sai? – penso di dirle – la sicilia è un’isola che in pochissimo tempo è diventata una provincia dei sargassi basta allontanarsi un metro e già comincia a profumare di rinoceronti bianchi”

SALVA LA MIA CITTA’ DAL NOSTRO INTIMO DILUVIO

L’amputazione di una gamba avvilirebbe chiunque, specie quando non passa. La sua signora infatti vive quest’incidente con una intensità drammatica. Vorrebbe continuamente cortisone, antibiotici, integratori alimentari che l’aiutino a guarire. Ma il bugiardino dice che quando da loro sboccia un cavolo in Amazzonia muore un giaguaro. E i due sono …

SOSTENIAMO

che sfugga alla definizione di lavoratore chiunque svolga un’attività senza il fine di trarne i mezzi necessari alla propria esistenza.

WHERE EVER

Nei momenti di panne (così li chiamava celiando sul suo cognome) era solito chiedersi dove andavano a finire, confuse nell’immenso frastuono di dedicate discariche acustiche o nella mortifera quiete di lustri pensionati sonori, le parole, spie di comuni commerci quotidiani o emissari di voli poetici, che aveva appena pronunciato.

GLI ALTRI – N.13

dici che vuoi ucciderla per andare da Bruno Vespa e dire qualcuno l’ha uccisa. E sai che per quelli che non entrano subito c’è un buffet gratis dietro le quinte?, aggiungi. Me lo dici mentre torniamo da Bologna in macchina. Io e te. Poi lo SCHIANTO. Ti ho visto ancora …

IL PROFETA DELLA PERIFERIE (8)

  Stephano, li condusse, allora, ad affrontare il Deserto delle Tentazioni, l’immensa distesa di un lago di sale disseccato battuto da un sole implacabile. Sette giorni di aspra attraversata, tormentati dal caldo, dalle mosche, dalla sete, dai morsi torcibudella, dalle piaghe ai piedi… e assediati da cento e cento miraggi, …

MI E’ CADUTO A TERRA IL CUORE

mi è caduto a terra il cuore, che di solito tengo in tasca. per poco non ci ho camminato sopra. ci ho soffiato su e l’ho pulito. il mio cuore è liscio e scivoloso come una saponetta bagnata e ha la stessa consistenza ma, a differenza delle saponette, dentro non …

06.59 AM. LE FERIE DELLA NOSTRA STORIA

Forse inizio settembre, e la strana educazione del mondo in quei giorni non era da prendere per buona. Non eravamo tornati ancora dalle ferie della nostra storia. Tutto qui. E, dice, se osservavi meglio, leggere e scrivere, eran diventate la stessa cosa. Solo che in un caso ti dovevi alzar …