QUADRO 10 – 2/12

Parliamo (parlare è bene: completa la nostra educazione) Parlare muove il cuore e non costa molto Un freddo sole s’aggira A cosa state lavorando, maestà A molte cose assieme (a niente) … Un’opera è finita quando ha cancellato l’idea (Braque) … Momenti psichici favorevoli (più tardi, nella notte) Si perde …

(CONTRADE)

S’eleva calcarea la luce, da un pertugio Il mare delle vigne alla collina Aspro di mosto apre, ancora indugio, Appena sopra il sale, alla marina.

BECCO BUNSEN e altri stereotipi

9. di noiosi le provinciali se piove se si improvvisano scarni sputi agli autovelox frigge un suono di fanzine extralarge da una fuga i lemmi velocissimi] [m

LACRIMAE RERUM 25

Sono sopravvissuto ai denti di latte, all’odore delle sacrestie, al cuore trafitto dai pugnali, ai peccati mortali che puzzavano di cera, alle preghiere, ai giochi feroci della carne, alle risa dello sberleffo, alla magrezza, alle piaghe della pelle, alla paura dei corridoi vuoti, al freddo dei corpi dei miei morti …

STORIA DI JAZZ (CORTOCIRCUITI) 6

«Ogni notte entro nello specchio e accendo zolfanelli azzurri», dice la clarinettista; «i morti non mi fanno paura», prosegue, «anzi – essi mi mostrano la loro casa, i loro spartiti. In fondo, anche da vivi suoniamo (se suoniamo con passione tremenda) con la bocca nello stomaco, con le mani al …

da I GIORNI QUANTI (2)

Non vedo più il segno della matita. Solo un blues tra gli ulivi, lasciatomi in eredità da mia figlia per la sera. I topi non entrano in casa con questi cori. La luce elettrica non ce l’ho. Finché dureranno le batterie del registratore posso stare tranquillo.   Mia nipote oggi …

NEL BOSCO

Succede che nel bosco sta per finire il bosco. Cosi, non avendo altra scelta, ci mettiamo in cammino, come i neonati, come le verità. Perché, vedi, le verità sono sempre in cammino, tutti le cacciano via e per questo continuano a vagare di luogo in luogo. Ma ora che il …

ACQUA DAVANTI E VENTO DIETRO

Genbraio. 2.    Per lunghi, piacevolmente lunghi, giorni, tanti, non so più quanti, ne ho perso il conto, mia unica, fidata compagna è stata ed è tuttora la mia ombra, timida sì, a volte tremolante, ma col passar del tempo sempre più risoluta ad averla vinta sull’appiccicosa penombra azzurrina che dall’alba …

GAMBE DENTRO CUORE ED ANNI

gambe dentro cuore ed anni: questo capire più un ricatto ricordarlo?; di verniciato a già esteriore sempre zampe. quel ti poesia ne stato tempo senza nostro sempre per ficcato per passo. spazi guardati immagini e cielo ala; di sempre materia. in ieri istintiva non zitti fra giorni occhi di ascoltando …

1% DI SALE

Ero entrato tanto in profondità da trovarmi a meno di un millimetro dal tuo cervello. Potevo descriverlo perfettamente: 75% acqua, 13% grassi, 8% proteine, 2% carboidrati e 1% sale. Una piccola percentuale tra emozioni, nozioni di grammatica e ricordi stratificati. Poggiato l’orecchio sentivo distintamente suoni domestici, una lavastoviglie, un fon …