ESICASMO (6)

Gli apostoli dello Zòon Politikòn portavano a spasso i lupi e sogghignavano… benvenuti nell’universo altro dove forse non troverete l’esicasmo, ma non rimpiangerete certo il mondo che avete appena abbandonato…

ESICASMO (5)

  È istruendo rituali assurdi che si placa l’ansia perenne di manifestarsi in qualche forma… di tra feste immobili e disgrazie mobili si consuma l’arco dei giorni perduti… tanto, affermano, lui (chi?) faceva lo splendido e noi non volevamo ballare… non accettavano i discorsi soporiferi nutriti di parole carnivore che …

ESICASMO (4)

Le due fanciulle Cordelia & Ofelia si davano palesemente una mano per cercare un destino meno disumano… e subito fu presentata loro un’offerta oscenamente indeclinabile nelle dinamiche del desiderio satanasso… come insegnava il caso Dora, era lo psicanalista Freud a non sapere gestire il controtransfert di libido sessuale verso la …

ESICASMO (3)

  Tanto le elites di qualsivoglia ispecie sembravano a mal partito nelle more di una rivolta anticasta che a niuno faceva sconti… la secessione plebea attestava che oggi i soggetti maggiormente sociopatici si annidano proprio nel kuore dei social… la rete come trappola mortale che si dissipa entropica, che annichila …

ESICASMO (2)

Sentivano comunque di non essere sincronici ai gruppi le cui grida tra la gola e il cielo si smarrivano in un vortice di rimpianti… e nemmeno a coloro la cui povertà di spirito eguagliava la loro fame di essere qualcosa o qualcuno… poveri morti di fama, sintopici ai ratti del …

ESICASMO (1)

Cercavano l’esicasmo e perciò se ne andavano… andavano a stare da un’altra parte… forse persino presso un bivacco bislacco… dove chimerizzare sulla manutenzione dell’anima… e su un dio che se è imperfetto forse allora esiste davvero… apparivano simpatetici ai profeti che asseveravano essere il sapore del corpomente un retrogusto di …

IL CUCCHIAINO NEL NASO

Compulsando la poesia di César Vallejo, pesco questa bella, autoriflessiva citazione: “A causa della mia libertà, mi sento alle volte circondato da uno spaventoso senso del ridicolo, come se fossi un bambino che si infila un cucchiaino su per il naso”. Nel naso o nell’orecchio o in qualche altro foro, …

Dettatore Maximo – 07

Oltre l’oltretomba il magistrale Dettatore ricombina ogni giorno il suo demoniaco giuoco ed assicura ai soccombenti che non c’è alcun errore, ma soltanto un astorico, inspiegabile esserci nel dolore, trasceso in pura mistica del terrore…

Dettatore Maximo – 06

  Schizofrenico e nevrastenico il Dettatore non plus ultra non sa chi è, eppure c’è e detta e ridetta e non fa sconti a nessuno: a me il dettare e a voi lo scrivere e non sbagliate a ricopiare ché, se mi gira, mi basta un cenno del mento per …

Dettatore Maximo – 05

L’indiato Dettatore ha un’unica, funerea religione, ovvero se stesso, l’idolo crudele e vampiresco che si fa pregare ed impetrare e che sempre alle moltitudini risponde NO! perché fatti foste a vivere come bruti e giammai per seguire le fole di ‘virtute e canoscenza’…