FINISSAGE

sinceramente non ricordo ma poi l’antropologa ha parlato di hemingway e di creta giove arianna labirinto minotauro e picasso sino all’artista presente che ha invitato tre ballerine di flamenco a ballare al suono della carmen e a questo punto siamo andati via

(capitolo decimo) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE

La donna che passeggiava il cane alla dottoressa, Gina, ora sa che l’arpista tiene le chiavi di casa sua. Ha qualche difficoltà nell’aprire il portone e l’arpista le è d’aiuto dicendole chiaramente che si tratta del mazzo di chiavi del suo appartamento. La dottoressa una estate le ha lasciato le …

(capitolo nono) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE

Adocchio uno che conosco, mi fa un cenno con la mano. Più di trenta anni fa, promosso a pieni voti. Non ha più i capelli ma mantiene lo stesso sguardo svagato di quando gentilmente rifiutava di leggere i testi greci. La stessa magrezza adolescente. L’occhio dubbio del disaggio consapevole. Madre …

(capitolo ottavo) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE

Nando, il tunisino del negozio di frutta e verdura, mi invita nel suo retrobottega. Alle pareti, tra santi e calciatori, una fotocopia ingiallita con una ventina di sgorbi. – X buono, tondi non buono, triangoli donna sola, frecce e croci… – faccia foto – Secondo lui il palazzo dove abito …

(capitolo settimo) E gli avocado sparirono nel giro di una notte

Bussa l’architetto. Lo scarico della sua terrazza è otturato. Pare siano le erbacce del mio giardino. Non ci credo.  Lo faccio entrare per convincersi che lo sbocco di scarico della sua terrazza sia libero. Mentre passiamo per il soggiorno, certo dell’ascolto, si concede in cronaca condominiale. – Il giorno del …

(capitolo sesto) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE

Accendo la radio. Sono state immagazzinate informazioni in frammenti attivi del tessuto cerebrale di un mammifero. L’esperimento è stato effettuato su cellule di ratto ed ha permesso di individuare i circuiti che controllano la memoria a breve termine. La memoria a breve termine è capace di conservare informazioni semplici per …

(capitolo quinto) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE

I citofoni non funzionano. All’uscita della scuola i ragazzini premono a caso i campanelli e si mettono a correre ma non li sente nessuno.   Nel giro di una settimana il tabaccaio, l’informatico e il macellaio hanno chiuso bottega. L’indiano che lava le scale non si è più visto. E non …

(capitolo quarto) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE

Mi fermo nei pressi del primo bar che trovo in via. Controllo gli spiccioli in tasca. Una ragazza mi punta, si avvicina, occhi verdi interrogativi. La guardo. Mormora delle parole che non capisco. Ripete. È un cognome. Non sono io. Entro nel bar. Un caffè e una brioche al banco. …

(capitolo terzo) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE

  Il bancomat mi rifiuta tre volte la carta. In banca incontro Carlotta. Capelli corti ossigenati, occhiali scuri. Ricordiamo l’anno conclusivo dei suoi studi. Sposata? No, in polizia e mollata dal convivente. – Avido, accecato dal lusso, ha abbandonato me e… – mi mostra una bimba in foto. – Giada, …