ELENA

grifagna di buon mattino all’abbaio del cane del signor crisippo la rimpatriata ci conosciamo? ”L’anno scorso la mia pronipote” oggi qui per l’aggiornamento che rientra nei possibili delle pensate inutili non c’è premura per l’aneddoto mattutino e il motto chiave: Non in verbis sed in rebus est caffè mela per dire la via …

ANUBI

con la lampadina accesa tra i denti sospeso nella piena luce del giorno di lato all’uomo che sfiletta acciughe salate da una latta rossa sul tassello di legno inclinato scavato a lama liscia e unto di squame e lische che cadono in un’altra latta stampata per esca a lato di …

CASSANDRA

nelle mattinate arranca lungo le mura ha confermato prenotazione arrivo e non teme il passo dei leoni c’è poco da invidiare poi non sono più affari suoi e toccherà al capo la conclusione

CHIRONE

Chirone  appoggia l’orecchio al muro achille lo imita origliando la terra sente tonfi amplificati voci e passi umidi immagina un grande  anfiteatro d’acqua dove scendono gli dei sino a mezza gamba per recitare e cantare i misteri  gli dei non stanno nell’acqua ma le tue orecchie sorde gli dice chirone …

ATTEONE

non sono andati in campagna per meditare ma per una caccia una gara venatoria tra compari con furetti e cani dopo settimane di chiacchiere e tensioni e ora inaspettata a figura intera o riflessa venere polpacci belli gambe dritte ricci dorati che appare scompare tra mulinelli circostanziati della corrente ma …

AGAMENNONE

stanotte è stato male una pizza una birra  umori non sani si è alzato alle quattro e trenta ed era ancora buio in  cielo solo una grande stella luminosa poi una veloce piccola cadente e  Agamennone si è fatto un mojto domani andrà lungo le mura e i terrazzamenti a …

DIONISIO

di sera tra le piante le fughe umide dei mattoni e le formiche la mummia racconta di un paese che non esiste di una madre che non c’è e di una luna che non trova decanta la quotidianità degli dei senza malinconie veri sicuri belli riconoscibili pratici nel cielo che …

MINERVA

in ginocchio nel bagno ha un secchio d’acqua accanto ogni tanto immerge la testa con gli occhi aperti in attesa della notte e ne esce completamente asciutta si fa anche il bidè col medesimo effetto secco poi i giochi di fuoco su i tetti si rompono riflessi nell’acqua cruda

EDIPO

di ritorno controlla nella vetrina vuota la sorte della ricarica

PENELOPE

Cosa penso? che hai da fare che ci sono cose più importanti  che il lungo oblio funziona così anche a mezza pensione e che poi  mi stupirai con il gioco delle percentuali le ore corte  la pretesa di registrazioni quotidiane e la  sfida della  folla con tutti gli  effetti collaterali …