DAD

al centro delle camerette nei salotti nei letti al buio controluce in foto o prima vivi e poi in fermi in saluto  bianco  nero cognome e nome lapidari non si dovrebbe ma poi qualcuno lo fa passa la sorella qualcun’altro l’aspirapolvere lo rifà il cane il fratello piccolo la mamma …

SERATE

odiare intere categorie è troppo impegnativo non è bello e moralmente discutibile mi limito ad osservare  strutture posture e dinamiche e non le trovo sicure per chi le agisce e per chi ne verifica pericoli da scansare e conseguenze per il resto sono a casa con i muratori che stanno …

UN SOGNO

per corridoi  passando da un balcone ad una finestra in equilibrio sul un muro che fa da gradino sbieco nel letto una carpetta di cuoio gonfia di carte una bambola vestita di verde sulla tavola una bomboniera di cristallo la debole fluorescenza del neon sopra il cucinino  mima la tonale …

QUELLI DELLE MACCHINETTE

i gestori del negozio di  modellistica di via stabile chiesero allo zio delucidazioni sul mirage night club a me incuriosiva nella stazione termini di roma l’anti stress a monete che ovviamente non provai quando i ragazzi si accorsero che non si trattava di un videogame si trasferirono in svizzera dietro …

UN FILM NEL WEEKEND

si comincia col cambiare le parole e si conclude con balletti sghembi para cubisti che figlio e figlia offrono ai genitori compiaciuti per poi passare alle performance sessuali con una donna noleggiata allo scopo dal papà il ragazzo più svogliato che impacciato la sorella più curiosa e a suo modo …