VERGINI

Via vai di vergini caute per il meglio le incaute disconnesse scialano nell’ampliare i limiti che preludono al lieto fine e gli avocado spariscono nel giro di una notte

SOLE/LUNA (Settimo)

Lei nel viale verso il cancello, vestita come il giorno dell’arrivo, Maso la segue portandole la valigia. Al cancello le consegna gli impedimenti e la saluta fazzoletto in mano dicendole: Addio, addio, addio Dissolvenza: stanza da letto all’alba: lei e Maso distesi sul letto nella luce del primo sole. Dissolvenza: …

SOLE/LUNA (Sesto)

Maso gira per le stanze, scale e corridoi con in mano la planimetria della casa. In soffitta sacchi colmi di cereali, patate e cipolle. Le stanze delle provviste. In mansarda con un bastone che fa da metro saggia la consistenza dei muri, valuta il risuonare delle pareti e del soffitto. …

SOLE/LUNA (Quinto)

Lei arriva dalla campagna lesta nel passo, con la valigia in mano. Somiglia alla ragazza del melograno ma forse non è lei. Prima di entrare a casa pesta i grani di melograno che trova sparsi dinanzi la soglia. Entra, va nella camera da letto, posa la valigia a terra e …

SOLE/LUNA (Quarto)

Maso accende di notte il registratore e ascolta il fritto dei fruscii captati nelle stanze vuote. Al suono registrato si aggiungono immagini rasoterra velocissime soggettive virate in negativo come scorribande di topi in colori innaturali ed acidi. La ragazza del melograno dorme. Maso con in mano microfono del registratore, al …

SOLE/LUNA (Terzo)

Maso è seduto per terra nella penombra del salone. Dinanzi a lui un raggio di sole obliquo. Giochi di luce nella penombra, trastulli ottici: Trottole di Newton e prismi. Raggio scomposto nello spettro cromatico. I colori dell’iride che ruotando si ricompongono nel bianco. Nello sfarfallio una immagine sfocata. La sua …

SOLE/LUNA (Secondo)

Maso al passaggio sotto la porta dell’ingresso trova una lettera. La prende, la guarda e senza aprirla se la mette in tasca. Una canzone napoletana irrompe dal registratore.

SOLE/LUNA (Primo)

Maso attacca un cartone nero alla finestra col palmo della mano si assicura che non filtri luce. Fa un piccolo foro nel ripiano nero. Serra gli altri scuri, chiude la porta. Spegne la luce. Un raggio di luce entra nella stanza buia. Pulviscolo gioca sospeso. L’immagine capovolta della campagna si …

VARIANTE CRONACA

veloci a spiattellare storie gli hacker dicono di sardanapalo che di è dimostrato reticente falso spocchioso e che ha ammesso a sé la causa del blackout solo perché l’hanno trovato con le mani nella pomice nei piedi sabbia nera e deframmena