24/11

Dover campar…sempre in bolletta, sempre in disdetta… Trallallero…senza un copeco (cantando) Sotto questa luna (l’artista indolente, mente…) Cosa preparo per cena, maestà Pane e salame, Galileo La fame, oh per carità che orrore, dopo la morte è lo scandalo più grande La morte per fame è umanamente insopportabile … Non …

21/11

La fantasia è una particolare eccitazione della memoria … Scritture assolute/ Deliranti grammatiche Riflessioni geometriche Linguaggi in codice (ultime cose) (in piedi) Avete voluto essere un artista, Maestà Prova a chiedere a una quercia perché è una quercia (uscendo) Quello che faccio è per inclinazione (nessun merito) L’arte si fa …

Quadro 9 (Tracce di una conversazione tra l’orizzonte e un albero) 20/11

È sempre novembre (piaccia o no) In mattinata omeopatia e bufera di neve Nel pomeriggio ci curiamo lo stomaco con un Barbaresco Bicchiere di cristallo (magnifico bicchiere), Maestà Ci beveva il nonno, con gli amici suoi, nelle occasioni speciali (andando verso il fuoco) Freddo/ Tristezze adolescenziali Fazzoletti/ Morbidezze L’ottusità di …

19/11 b

In una città (sotto la pioggia) Un uomo canta canzoni slave Gli siede appresso una bambinona grande e grossa Gli occhi di entrambi, neri e vuoti, fissano il palazzo di fronte Ai loro piedi, su un cartone, dorme, per finta o per mestiere un cane E per un attimo la …

19/11

Tendere a più cose contemporaneamente Registri diversi (pluralità di linguaggi) (sospirando) L’arte è un modo privilegiato di dire la verità (che ce ne facciamo della verità) Conta la grazia, ti dico Andrà tutto bene È ciò che temo, galileo (non è mai finita quando è finita) (portandosi le mani sulla …

15/11

Buona o non buona, la mia arte è la ricostruzione di me Avete il diavolo in corpo, Maestà Macchè… Camminiamo storditi nella pioggia (dubbiosi di esistere) Rabbrividendo (il mio regno per un cappotto) Contro chi urlare le nostre ridicole umiliazioni (calcandosi il cappello come una corona) In questo luogo il …

QUADRO 8 ((Seconda discussione sull’arte di piantare bene i chiodi) 14/11

Poiché l’arte è fatta di umiliazioni, di fallimenti, di marginalità … Oh madre mia, gli artisti… Gonfi d’aria fritta, ti dico Li vedi scodinzolare per mercatini, rosi di rabbia e lividi d’invidia I miserabili imitatori…presuntuosi e spudorati Impostori quasi sempre (che si abbandonano al narcisismo dell’incontro-riscontro) Che si concedono al …

13/11

Spazio mentale ardente e febbrile La morte incombente, lo strazio della memoria, fiamme infernali Dopo crolliamo Angulus (cosmo personale, limbo, chalet incantato) (in contemplazione del fuoco) Nell’idea della pace notturna e nelle insidie del relativismo Imbozzolisco in clownesche divagazioni, galileo Al sicuro, maestà (ma da cosa?) Non lo so (ho …

11/11

Sintomi inquietanti (lo stato del mio sistema nervoso) Parlami, Galileo Questo vento non fa che alimentare le nostre angosce, Maestà (c’è forse una qualche saggezza che nasce dalla disperazione?) … Queste montagne minacciose, queste grandiosità monotone, che altro non infondono se non un senso di timore, di debolezza e di …

10/11

Gli uomini vecchi e sconquassati han bisogno di un fuoco e di una principessa balcanica (pelo biondo, profumo d’aglio e rosmarino) …e dopo: ascoltare una canzone (andando verso la finestra) Fuoco, luce rossa (supremo godimento) Fuori piove come un fatto assoluto e nella notte si alza un vento lamentoso … …