161128

È l’eterno inverno/ Il ritmo dei giorni che pretendono poco Dimenticammo un attimo le rose b Tit.: Ipotesi iniziale c Diga (Vajont), gigantesco manufatto e grande ingegneria, esempio di creatività “la diga intuitiva” Dipingere la diga di giallo La FORCA, simbolo della Jacquerie, la rivolta contadina nel Medio Evo Un …

160126

“Siamo polvere e torneremo polvere in questo intervallo beviamoci un bicchierino” (detto yiddish) Dove troveremo oggi qualcosa che ci sorprende Se le stelle cadessero tutte La parola di oggi è: incanto Sogni piccoli e densi, desideri minimi, bisogni ridicoli Nel nostro silenzio combattiamo per migliorare un po’ il mondo   …

161201

Mi tornano alla mente i miei cani, i miei gatti, che non ci son più (bisogna essere cretini per avere un animale che sappiamo morire presumibilmente prima di noi, disse Francesco a Leon) Mi sento con loro e come loro Da qui bisogna andarsene amen Restano ancora un po’ le …

161109

Esserci (Pathos dell’effimero e della morte) Quella dell’esserci è un’idea sublime ma rischia di lasciar precipitare la dimensione della vita b Comprendo talmente poco della mia vita e di ciò che potrebbe renderla meravigliosa o almeno decente Al diavolo la decenza (determinato eppur frivolo) Virtuosismi snob del nulla Musica afro/ …

150318

Avere dei genitori non è detto che sia un vantaggio b Che fate, Maestà Provo a campare la vita, Galileo Vi ho portato una cipolla (cipolla, simbolo minimo di carità agli indigenti) Un grande artista non è mai povero (ha qualcosa di cui gli altri non sanno nulla) c Chi …

150315

Cosa pensano gli oggetti b Nostalgia della pienezza, dell’amore e della natura Questa irrealizzabile pienezza Non si può più essere santi, né vitali come barbari Stasera stai con me, Galileo Facciamo un po’ di musica Venite, Maestà vi porto a vedere il mare c Il futuro è uno strumento (non …