IL BELLO DELLE COLONSCOPIE

Le colonscopie non sono mica tutte uguali. È questo il loro bello, il bello delle colonscopie. Ogni volta è una sfida. Lo strumento va introdotto fino al cieco, ma il percorso è incerto, tortuoso, sempre diverso; e se giri a destra, inoltrandoti dopo la parete dei diverticoli, puoi trovarti di …

UN FILM NEL WEEKEND

si comincia col cambiare le parole e si conclude con balletti sghembi para cubisti che figlio e figlia offrono ai genitori compiaciuti per poi passare alle performance sessuali con una donna noleggiata allo scopo dal papà il ragazzo più svogliato che impacciato la sorella più curiosa e a suo modo …

MANNA PIOVANA (33)

Ciocchi grossi reggeranno ore il fumo fuori dal camino visibile ai selvaggi oltre il confine di fosso e canneti: guardano ma io non li guardo. li vedo coi occhi notturni del gufo.

12

ci guardano non hanno occhi   ci hanno mentito dicono le verità   stanno lì non si trovano   sono contente a vederle rimpiangono   sono nel posto sbagliato sono nel posto giusto

PER UNA CHIROMANZIA DADA

le tue mani rappresentano molto più di pelle e ossa. potrebbero rivelare la tua età o attaccarsi alla pelle, e allora asciugarle sui jeans potrebbe sembrare un po’ irrispettoso. proprio come un veicolo può rimanere bloccato nel fango, anche una mano può simbolicamente rimanere bloccata nel fango: se non hai …

LA SINGOLA

Proposizione 139 Al micro-teatro stasera danno una micro-pièce. Due micro-attori si contendono una micro-attrice in un ambiente interno. A un certo punto, inaspettatamente, uno dei due micro-attori ha un micro-ictus: un micro-trombo parte dal minuscolo poligono di Willis e raggiunge l’apice del suo micro-cervello. E’ tutto calcolato dicono quelli dalla …

DI PASSAGGIO

Angela fa la parrucchiera, le si illuminano gli occhi quando lo dice. Ha ripreso a novembre, è guarita finalmente. Il macellaio non vende più carne di cavallo. La gente compra solo le fettine e a lui, da qualche tempo, piange il cuore a macellarlo. Il pizzaiolo del paese stende la …

ASP

attaccata al cerchione dell’auto che non parte sul filo del bracciale nel lembo molle del lenzuolo sulla corona zigrinata dell’orologio da tasca nelle pallottoline dei maglioni sconciati sull’insegna del distributore empie tutta la pagina fortifica lo spirito sul sigaro ghigliottinato in ogni forma di redenzione nello scorrere d’un’immagine nell’altra tra …

da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.78

L’arte brodaiola non va giù, Il sale delle scale ripetute Alle tute di operai stracchi Volte involute su le anime  dei morti. Ridanciana la giacca del vigliacco Coccola la ciancia di farla vinta All’ultimo estro di dar da stonare. Ammattiti coriandoli i doli Di esistere contaminando diametri La terra imbalsamata …

VESTITI

Sotto il vestito di Annavenanzia c’è un altro vestito. Lei conserva i vestiti così. Non li ripone mai nell’armadio. E non sia mai lasciarli appesi all’attaccapanni o abbandonarli sul letto. Li indossa uno sull’altro, se li tiene stretti addosso, come se fossero figli da proteggere o passerotti da custodire. Ci …