FIN DOVE

la stanza è un paesaggio

sospeso tra terra e mare

sul bagnasciuga corpi senza numero

un varco per respirare

aria al naso al campo visivo

chiudere gli occhi abbandonarsi

lontano da strade fuori del corpo

dal ritmo che droga

mani su mani teste su teste piedi su piedi

su sabbia su acqua sul nulla

voci-incisioni insegnano il fragore di rivoli

di frammenti di scogli

di rughe salate

di crivelli liquefatti

fin dove arriva lo sguardo

nuoto

la stanza è un paesaggio

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SIAMO FATTI COSI’
«È la Speranza una creatura alata che s’annida entro l’anima – e canta melodie senza parole – senza smettere mai Read more.
da OSPIZIO DI ADDIO – n.18
Con una risata d’ospizio Ispeziono la morte Terrazzino di suicidio tentatore Sporco alambicco chiusa purezza. Valico le ore con le Read more.
“Non è importante…” / 4
È un misuratore osseo pomeridiano di incredibili qualità – posatosi appena appena sul polso – a dire che il peso Read more.
SCAFFALE 103 – 150131
Siamo fatti di parole Parto dalla realtà, poi seguo la legge del desiderio Concreta stupefazione Balsamo Arte: esperienze inattese Arte: Read more.
VIGILANZA
e la serata a dire che sardanapoli ha goduto della protezione dell’acqua calda proprio quelli che avrebbero dovuto affrontarlo invece Read more.
BECCO BUNSEN e altri stereotipi
18. si è finito una mano] cremisi i gessi ma tutto è rifatto dentro si sentono le demolizioni l’amica della Read more.
L’AUMENTO DEI PREZZI
  Sette cavalli entrano in cucina e mi chiedono se si può trovare una soluzione. Ma io so che la Read more.
PAGINA BIANCA 1
è sabato pare e pure contratto si fa oppure no e non posso aspettare oltre penso che un giorno e Read more.
SOUNDCHECK – 02
Soundcheck in sulla scia di pedali sonori caosmotici Che sorreggono fantaspaziali passeggiate come un andare In drogherie o drug-store che Read more.