SENZA FINE – foto di Francesco Gambaro
SENZA FINE – foto di Francesco Gambaro
Il cucchiaio nell’orecchio

TURISTA

intendere quello che non si racconta e scrivere di luoghi tempi e relazioni visite alle cucine e biblioteca con esclusive raccolte delle palle di recenti campagne militari misteriose pietre posate su di un tavolo grossi ciottoli neri levigati lucidi uno in particolare indicato come segnato dalla mappa della costellazione di …

ora che (11) – marzo 1980 –

– non ho nessuna difficoltà ad accettare sul mio tavolo il teschio ben ripulito di un cucciolo di dingo – dopo una sega che è stata sugosa me ne sto vitaminizzato con gli occhi aperti e con la cervogia flottante nella penombra della camera da letto ‘che schifo’ ‘la sega?’ …

(L’OCCHIAIA. 75. “Bipedi 6”)

Incrocia il mio sguardo in ozio, casualmente, e ciò gli fa credere d’essere autorizzato ad avvicinarmi… Attraversa la strada, al momento deserta, ostentando l’andatura impacciata di chi ancora esita però, ogni dùtrì, non manca d’attardarsi a volteggiare insieme alle nuvolette di gas di scarico che a sciami gli frivoleggiano attorno. …

CANONE GRANCHIESCO

«Ciao, come va?» «Ciao, bene, e tu?» «Bene. Si è fatto presto. Ciao». «Ciao. Ci vediamo ieri».

NON TI VIDI MAI

non ti vidi mai per quello che dicevano di te rosa sfiorita dei liceali le tue mani bianche pareva stringessero un libro di preghiere i tuoi capelli erano così neri che il tuo volto bianco gli occhi azzurri sembravano quelli di una morta non mi sono mai fatto pensieri di …

PENSANDO A TUTTO E A NIENTE 1

Pensando a tutto e a niente mentre il tempo passa e corre. Il sole è appena tramontato La mosca ronza sulla mia testa, sul mio letto. Oscuro la stanza e apro l’imposta So che basta solo un fascio di luce anche se imbrunita Mi chiedo se la mosca sa riconoscere …

ARTISTA

Dopo che ha recepito ed eseguito in modo egregio gli ordini introiettandoli come ineluttabile necessità della propria mente anima e cuore sopporta gli insulti e promuove lo sprezzo per ogni giustificazione di fatto tacitamente imposta e sobriamente tatuata sul braccio operoso Venezia Firenze Berlino Wannsee a cavallo la testa tra …

14 e 15

a ■ 44bpm, malinconico a piacere INT. CASA – NOTTE […] ■ (più dolce) Annarè, due minuti, così. Ormai ci siamo accaduti accanto. Cadevo dall’altra parte, scivolando sull’armonia di Blondel, attraverso un arco, su un pianeta di nebbia, densa, blu Čerenkov, carica di tutta la tensione della distanza, ■ (CONT.) …

INTRAMOENIA (M.F.K. Fisher – Biografia sentimentale dell’ostrica)

“Come fare una perla: Una larva di ostrica sana Un’ostrica matura Un frammento di madreperla Una gabbietta di metallo Filo per legature Spazzole varie Cicatrizzante per ferite Una tuffatrice Posate la larva, che dovrebbe essere lunga almeno un trentesimo di centimetro, sul fondo liscio della gabbietta, e immergetela in acque …