LA SUGNA

Da Shakespeare sin a Schubert…
La pesante busta che la notte ebbe lasciata
Nella buca delle lettere del sole
Non declinò punta nuova né al sciupo volle
Nel baratto l’inconveniente di parole…
Quel che ci lascia il postino è a pena un ticket
Di spine che ci illudé esserci in là un fiore
O un petalo energumeno sfasciato sullo stilo
Quel che ci lascia appena è un tanto d’osso
Autosilo a un soliloquio… Quia umbræ?
Se su noi vaneggia, ñacurutú, la pesadumbre
Del cielo sunteggiato dalla sugna
Quel che restò è un violoncello di chiodi per rea spugna
Che celebra della viola da gamba il de profundis:
Che c’alberga in occhi di Perdìta o di Despìna
Negli acidi dei corali coralli e dei cuor vermigli
Di Winter’s tale o di Winterreise?
Il colùbro non ha veleni in carabina
Che per Isabella Laudòmia o Margherita
Per qualsiasi femmina di un macchiaiolo o un fauve
Fauverina se il mestruo zompa su una profiler
D’assassina!

(da Frammenti nel dialetto della Focide)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UN UCCELLO PERDE LEPENNE
Un uccello perde lepenne semina nella stanza ricordi di niente né raggi né chessò nuvole di cartacce viste su vetri Read more.
IL TENNIS
Yoko Ono non aveva quel culo, e il semestre trascorre senza che accada nulla in particolare. E’ un chiaro fotomontaggio Read more.
l’asteroidicello gamma (il lavoro mentale) 30’78
premessa pratica (29.07) – non riesco a liberarmi dei settimanali che compro da anni e soltanto per guardarli. e non Read more.
LA VOCE DELLA LUNA
Federico prima di morirsi filmava ancora l’ora di stupirsi. Read more.
NEL MIO PAESE
nel mio paese se arrivano le pellicole è dopo sei-otto mesi dalla prima uscita. e della crisi finanziaria ne arriva Read more.
GIALLO 1
La luce se n’era andata alle cinque del pomeriggio. Fuori tempesta e diluvio che scuotevano le palme della piazza sottostante. Read more.
LE BOCCE
Solitamente il ragazzo veste l’abito del ritiro il cappello di malaspina la voce fina da eunuco lo spiritismo di un Read more.
IL PRIMO SECOLO DI FERLINGHETTI
MANIFESTO POPULISTA N.1 di Lawrence Ferlinghetti traduzione e interpretazione di Marco Palladini Poeti, uscite dalle vostre stanzette, spalancate le vostre Read more.