PARAFRASIA#5

fondo bianco erba rosso. solo quando il soggetto avrà percepito acusticamente l’altro indirizzargli, come un’eco, una parola che gli ritorna trasformata, rinvierà un’immagine riflessa che gli appartiene*.

 

non è mai ferma – un secondo inizio – ‘Untitled’ vs cominciamento

 

quando si riesce a sperimentare l’immaginazione delle immagini si avvicina l’invisibilità che riflessivamente fonda il passaggio

 

i sensi si ritirano progressivamente uno dentro l’altro – la possibilità di condividere/far svanire

 

l’immagine può apparire più ‘fisica’ perché richiede sempre più attenzione – si riempie di una profondità, su cui, inizialmente, si muove

 

il tutto -volendola così- intorno

 

a una striscia di periferia di, che non è quella della fotografia.  trasmuta in tutta la sua lunghezza – marea   parola  su quella che ritorna – raffronto che conviene interno – spazio o luogo di sé – che ricorda la tattilità – segnato/   sensazione per cui ogni visto frantuma

 

al tocco si è prodotto un collage emozionante – onde portate, alberi taglienti, disgrafie

 

i sensi aprono consonanze intenzionali

 

metodi per metamorfosare  il disegno lento dei piani  unificando o rimuovendo  la spaccatura se sanguina

 

può pronunciare “rosso”, sul fondo bianco dell’erba, e vederla apparire, magari un po’ in ritardo [con-sé] nella forma che tutti conosciamo Papaver rhoeas var. himerense °bianc° ostium secundum che si chiude col primo respiro

 

 

 

 

 

 

* ttps://serval.unil.ch/resource/serval:BIB_0626F5E8B0A3.P001/REF IL METODO PHOTOLANGAGE un dispositivo gruppale in psicoterapia e in ambito formativo, Giuseppe Lo Piccolo, Pietro Alfano, Claudine Vachere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NELLE NOTE TRA I PASSI DEL TEMPO
nelle note tra i passi del tempo e le miti riprese a poco a poco o alla fine del sole Read more.
11/10
Come vi sentite, maestà Come un canarino in miniera, galileo (si sistemerà ogni cosa) (girando per la stanza) Una lunga Read more.
TIMEOUT / TIMEOUT
al tempo delle iinfusioni generano parole controproducenti zum] Zeitpunkt der infusionen erzeugen sie kontraproduktive Worte i] dischi combaciano le prime Read more.
II)
Vorrei diluirmi in un bicchier d’acqua. Quelle lucine   invece di farlo con le mani lo faccio con gli occhi. Read more.
L’ETA’ SQUASSANTE
I nasi scansano l’aria fredda, più di quattro sopracciglia per gli occhi tondi e le nere pupille di sguardi in Read more.
VECCHIO FIORE – 3
  Essere, ogni essere, laddove fosse stato ostile, lo avrebbe visto allontanarsene, non certo colpirlo; ‘lontanarsene dal colpirlo, addirittura, ché Read more.
SPORE (60)
serata fantastica al Disney Center venivano a frotte dalle balere linsey aveva imparato un trucco con cui confondeva i clienti: Read more.
EDIPO
di ritorno controlla nella vetrina vuota la sorte della ricarica il resto è  sguazzo molle Read more.
DENTRO / FUORI – 2
  Fuori: i tanti corpi a delinquere, la trama hessiana delle perle di vetro, l’estensione della nescienza assoluta, la comunità Read more.