FOCE

Vento contro… forte, insistente, gelido… incendia le orecchie e strappa schiume e spruzzi e voci ai flutti scatenati d’un verde cupo, minaccioso… Una luna enorme sale lentamente e pare voglia straripare nelle azzurrità sopra le acque increspate del fiume… Il bianco nuziale di due aironi in fuga da sguardi inopportuni naufraga dentro il volo tagliente di uno stormo di gabbiani… In fila indiana davanti al tronco allungato fra le sponde giusto ad uno sputo dal mare grosso alcuni bipedi esitanti… Nemmeno una traccia da inseguire sulle dune stravolte dalla recente mareggiata… solo sciami e sciami e sciami di granelli che s’imbucano, lucertolando veloci attraverso un varco, nella boscaglia…  Si sentono appena i miei passi svelti sulla terra battuta marezzata di sabbia e aghi di pino del viale senza fine…  a destra, il cantilenante cri cri cri di un grillo e la pallida Signora che appare, scompare e riappare fra le chiome verbose delle conifere… dall’altro lato, un’incessante sciabordio… dietro, il Vento… di fronte, la Notte che mi viene incontro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCAFFALE 108 – 161203
Realtà alternativa/ 5000 passi Tempi di confusione La tristezza assurda delle bambole abbandonate in soffitta Infiammazione (quello che resta di Read more.
DISSATISFACTION
Un tic tac perpendicolarmente ritmico su giu su giu su giu ipnotizzante. Il bordino rubato alla Dolly cela un grigio Read more.
BRUSSELS
Teodoro Brussels (1860 – 1941) fu il ramo presto potato che avrebbe potuto iniziare una tradizione sapienziale a sé stante. Read more.
Storia di volti 4. (Rocco Scotellaro ritratto da Carlo Levi)
Quel rosso appassionato dei capelli e del volto in mezzo all’accolta di contadini che si portano nella pelle il colore Read more.
LE TUE DITA SARANNO LUNGHE
le tue dita saranno lunghe, grazie agli effetti anticaduta e antivisivi del corpo faringeo: nella nuova gamma di vendita, esso Read more.
afferralo – 1976
“afferralo. si chiama diddò. ha 23 anni. fagliele sentire. ddài!”- dico sì e me le suonano. dico ‘forse’ e me Read more.
COLMOVENT
Dopo mesi di appostamenti, finalmente, ha scoperto sé stesso fare il nido su un lampadario. Giorni passati a osservarsi, pranzi Read more.
SINATRA
Scusami, è che stasera non mi va di parlare, non mi viene niente, nemmeno quando faccio finta di essere un Read more.
da I GIORNI QUANTI (53)
L’intimità è una scelta importante per i nostri nuovi vicini. Hanno spalmato di tende bianche i vetri che potevano guardarci. Read more.