Pippo Zimmardi, “cose”
Il cucchiaio nell’orecchio

 

Se vedo

è perché

non ti vedo

 

(Francesco Gambaro, L’Uccella)

“L’incendio” di Gaetano Altopiano

Aprire un cassetto e ritrovare un assegno. Mastrandrea Domenico, lire 38.000, anno 2000, non trasferibile. ‘U zu Micu. E che ci fa st’assegno qua? Un giorno che adesso mi è impossibile datare con esattezza mi trovai per cena a casa Gambaro, a Camarretta, Tusa. Un focolaio di incendio, a una …

“Diversità di vedute” di Gaetano Altopiano

La proporzione di ogni ragionamento è variabile. E non senza conseguenze. Lo stesso ragionamento, insomma, che condurrebbe cioè sempre allo stesso risultato (a -10° c’è freddo per esempio), può risultare distorto, al rialzo o al ribasso, in virtù di fattori che hanno poco a che fare con la ragione ma …

“Ambiguità” di Gaetano Altopiano

Capisco quanto sia ambiguo lo studio di Ingegneria Edile-Architettura (si chiama proprio così, ambiguamente così). Si è, a fine corso, identicamente ingegneri e architetti. Naturalmente solo per la branca edilizia. Lo scopo era quello di creare architetti con cognizioni tecniche e ingegneri con cognizioni artistiche fondando una sola figura. A …

“Senza titolo” di Gaetano Altopiano

… Ho il timore di avere dimenticato qualcosa. Mi guardo allo specchio. Controllo le tasche. Guardo la scrivania, il pc, un’ultima occhiata. Ma che è? Ripasso mentalmente le ultime cose che ho fatto: è tutto a posto, c’è tutto, ma intanto la sensazione mi assilla. Ricominciamo. Guardarsi allo specchio, controllare …