INNESCO IN ATTI

che cosa mi ha salvato dal diventare completamente un soffitto o scanalatura di legno o altro materiale a norma inamidato?

  1. a) l’illuminazione artificiale, che deve essere sempre indiretta e posta a un angolo di 45°, sia per le sue caratteristiche ambientali/microclimatiche che per la presenza di pareti e pavimenti non facilmente lavabili e disinfettabili
  2. a) l’istinto della ribellione, che da bambini era contro i ricchi e finisce quando lo sposo e la sposa si allontanano per dirigersi al luogo del ricevimento. ci andavano il figlio del macellaio, del farmacista, del negoziante in tessuti, cospargendo sale sulla faccia superiore, sui genitori, sui testimoni e sui parenti stretti
  3. a) che venga ripresa da angolazioni diverse la maturazione e la stagionatura delle forme, le decorazioni, i dettagli, ciò che realmente significavano le cose di Marx
  4. a) che ogni elemento sia pronto all’azione almeno un’ora prima, in locali ricavati nelle case di abitazione o in annessi rustici

queste inclinazioni generiche così precoci inizieranno a lavorare differentemente in maniera tale da rendere minimi i rischi di contaminazione. il resto dovrebbe essere meno problematico per la maggior parte, che dovranno essere più di uno. non significa due. un terzo elemento è sempre necessario, quantomeno come assistente

ho poca fiducia nella tua capacità di osservare le loro tendenze, tuttavia puoi ridurre al minimo il rischio di spiacevoli imprevisti: raggiunta la temperatura di coagulazione per la lotta, se c’è qualcosa da eliminare, lo si farà in post-produzione

quante volte ho ripetuto queste parole, poi ho conosciuto la classe operaia allevata per la sua triplice attitudine: latte, carne e lavoro – oltre alla qualità è importante la quantità di 10 in tutte le materie nelle scuole elementari

altre caratteristiche:

  1. d) una città industriale (tre, se l’evento è stato pensato particolarmente in grande)
  2. e) non contiene additivi

[ritorna a: a)]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

STANZA 229
ad ogni stazione da ragazzo aprivo le finestre per fumare una sigaretta o per stringere la mano di chi mi Read more.
SCAFFALE 110 – 170102
Nel 1990 ho deciso di operare nel silenzio di una situazione periferica (decentrata, appartata) (mondo della memoria del privato e Read more.
CONSIGLI A UN GIOVANE INGEGNERE
Costruire montagne clandestine, verbi al trapassato, caseggiati ambulanti, lampadari liquidi. Costruire laghi di zeta. Assiomi rossi. Parlanti Inesistenti. Read more.
I Rabbini di Oria e non soltanto (Giuditta la Salentina)
Si sentiva ricolma d’amore per il cielo stellante e per le petraie al margine del mare. Scompariva. La ritrovavano a Read more.
SI VA (1974)
– da qui dove si va? – alla torre sperlinga – e da qui? – alla piazzetta zoff – questo Read more.
PER SOTTRAZIONE
Nel nome e nel cognome sfuggente Ugo Via pareva un uomo mite. Non portava lenti e non aveva né peli Read more.
PAGINA BIANCA 29
Egli fa colazione       piove pioviggina ha smesso. luna l’alba grigio il mezzogiorno. gira il giorno nel microonde Read more.
IL VESTITO BIZANTINO – 34
Comparsa senza ordine di parole Vo del sasso l’eredità. In pancia mi metterò l’ossario intero Così che sia difficile al Read more.
OPPURE, IN SECONDO LUOGO
oppure, in secondo luogo, quando spostiamo il lavandino, restiamo fermi sotto lunghe banderillas di ciliegio. il lavandino è punteggiato da Read more.