( sforziamoci perché / rimanendo indietro / non ci accorgiamo troppo tardi di questa celerità del tempo velocissimo )

limite. non toccati. arrivano con le mareggiate. rivolti
giocattoli. bello dello spazio d’inverno.
lenitive disunzioni sul propagarsi di angoli
incise in onde ai bordi sulle condizioni atmosferiche.
oblique verso cielo. chinandosi in albore da luminosità distesa.
coquille. carré. demì-raisin. raisin. jésus. soloil. colombier. petit aigle. grand aigle. grand monde. univers.
singolarità che assorbe ciò che vi era di connaturale
si codifica come gruppo di appartenenza immediato
estendibile definizione serie e rappresentazioni
non già come in sé stesso ripercorso. diverse estraneazioni finestre.
dopo i primi passi entra / si disfa
il suono delle onde secondarie traluce da altro silenzio o parola aperto
dilaga quartiere con bella grafia terso
oltre voltata pellicola in fondo i dischi.
sottovaso crateri riflessi
e cade stanco sotto i sensi dell’uomo.
ora che è pieno di sabbia non fa più lo stesso rumore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BASANDOSI SUL RITORNO DEL SOLE
Virginia Laura e Giovanni Ciro non apparecchia mai per due. Anche se avesse trenta invitati, anche se fosse sola, anche Read more.
I Rabbini di Oria e non soltanto (Rabbi Beniamino)
La piccola Lucia fu destata dall’acqua della cisterna che chiamava il suo nome. La bambina guardò dalla finestra aperta sull’Estate Read more.
DERISO
Multietnico, pluriespressivo, paranomasico a dir poco, talmente fuori dagli schemi da disegnare un periplo e rientrarvi dagli estremi, Deriso (1941 Read more.
Accampamento 7 – La sagoma indolente
Ho fin’ora dissimulata la natura di questo immenso avvallamento che non è il risultato dell’erosione, ma larga e profonda buca Read more.
ALLAFANNATI
Un occhio è aperto. Un altro semi chiuso. C’è un cuore che batte ed un respiro che si affanna al Read more.
da I GIORNI QUANTI (68)
Oggi sono uscito dal ristorante e le mie figlie avevano la testa bassa. Avevano visto quanto ho pagato. Per un Read more.
IL VESTITO BIZANTINO – 36
Con un giogo d’ombre Il bivio di restare Strampalata bavetta di neonata. Col calcio d’angolo il goal Non l’ho mai Read more.
OCCLUSENE Parte II
entra ovunque  si insinua in qualunque organo   in ogni tipo di tessuto   di fibra  di unità funzionale grazie alle sue Read more.
TIC TAC
Senti come batte. Senti i clangori che rimbalzano sulle lamiere, gli spari di tosse, le gomme che squittiscono curvando sull’asfalto, Read more.