TIMEOUT

il finale lo ambientano al mare il fondale dipinto sul gesso di Bologna dentro ai sacchi profilato acciaio compilano le domande fanno opera di decenza mostrano la lingua uguale alle] batterie scariche la radiolina comprime dissolvenza] al nero fine del tempo] dell’attualità a rotazione lo] sfogo è che] pungola immerse in acque che nemmeno l’acquedotto vorrebbe i tecnici esausti vorrebbero ma vengono spartite con] i libretti multilingue le istruzioni sparire nei quadri dei falsari è ragionevole alle aste si può barare dare di spalle i pochi provano paure che i molti somatizzano gli indici pieni di energia inevasa per un vizio di forma quest’anno niente inverno se ne riparla cascasse a casa salta una lampadina poi una lampadina poi le mappe i bagagli a mano del mercato una] forma di cecità reversibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

UNA SUA PRO PRIALUCE
Sotto i ventinove generi e le centonovanta specie e sottospecie di orchidee selvatiche italiane vive una comunità di pizzaioli cambogiani. Read more.
DIARIO DI BALBUZIE – 17
Vederti fu uno spillo in petto, uno strapiombo, una falena suicida.  Oggi resta soffuso il dolore in una paccottiglia di Read more.
SPORE (13)
la sigla di vecchi cartoni ci tirava indietro più indietro dello stadio di avanzamento delle occhiaie. era magica. ballare sì. Read more.
TRANSIZIONI – 38
perché in posti eccoci. dinamite. le rotelle fino al lavabo. i rubinetti d’oro massiccio. i casi latini. le voglie inglesi Read more.
MANNA PIOVANA (4)
Scaccia quei pensieri chinandosi ancòra tra erbe incolte su verze sparse disordinate le cui foglie scricchiolanti come stagnola fragili cristalli Read more.
TIMEOUT 2
non è datato forse non ha preso tempo è] rimasto fuori per colpa di un lavoro che evapora sa di Read more.
CANZONI (6)
tra i dischi del nonno la colonna sonora di Nashville lo stesso film citato alla laurea E. A. Poe poetica Read more.
ANIMA CACCIAVENTO (10)
Alle anime accade, popolo delle case, di un cunto a dispetto di scanto, che mima un canto fermo senza frase, Read more.
CITTA’ ESPANSA (2)
Mi immergo in una folla di lemuri istupiditi, una vieta massa in cui s’alzano i carmi dei burini, le vociacce Read more.