ULTIME ISTRUZIONI PRIMA DELLA PARTENZA

 

“Ricordati di avere sempre in mano qualcosa

non importa cosa

l’importante è che sia un oggetto contundente

pericoloso

io, per esempio, usavo un forchettone da arrosto a tre denti

potresti benissimo usarlo anche tu

altrimenti usa qualcos’altro

Sei libero di adoperare lo strumento che preferisci

non c’è nessuna restrizione

trova quello più affine ai tuoi gusti

quando lo avrai scelto ti consiglio di familiarizzarci subito

– facci molta amicizia fin da subito –

deve difendere tutto di te

assegnargli un nome è facoltativo

Non empatizzare mai con nessuno

l’empatia viene, dal resto del mondo, interpretata come segno di debolezza

sforzati di essere un involucro di carne e pelle

che mangia grandine e non ne offre

distante, impermeabile

un terreno arido

Dimenticati dei dieci comandamenti

soprattutto di quello in cui

ti dicono di non disturbare il prossimo tuo

o forse di non ucciderlo

non ricordo più bene

scusami

la memoria alla mia età è un origami bucato

tu comunque dimenticati di quel comandamento

e amen”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I MIEI TUMULI ROSA
Il signor D. in proposito ci scrive: Dovremmo diffidare delle parole di T. S. Eliot quando nella Terra Desolata racconta Read more.
L’ULTIMA TOMBOLA: 36. La pioggia
La stessa pioggia di giugno che – a rimanervi sotto – cambia. A vent’anni un addio agli orari per il Read more.
(capitolo trentesimo) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE
L’architetto: – fijo de mignotta come dire filius … ignotae, credo. Troia? non lo so – la signora bionda: –  Read more.
I DUE PESI
Quale tra duemila discorsi può dirci del nervo che attacca questi corpi anoressici e questi dentisti, questi spasmi alla riproduzione Read more.
FILIPPICA
Le cicale fanno il turno di notte, grippano i timballi insistendo su una minima semicroma e la stampante non cede. Read more.
ALTRI FRAMMENTI (16)
Gli schizzi dell’ultima guerra ci sono giunti in forma di appetito spropositato, di ruderi di edifici bombardati, di narrazioni di Read more.
CINQUE (SU TRE)
  (foto di Rosanna Costantino, 2020) Read more.
IO E LA POLLY – 3
Da piccolo ero capace di infilzare un verme nell’amo. Il verme lo rompevi in due, però ci stava anche intero. Read more.
PESCO AL FONDO AL FONDO TROVO
sepolta dal vivo già  morta disconnetto lo spago dal pacco traslocato dimenticato per anni pesco a fondo al fondo trovo Read more.