IO SONO JACK SMITH (II)

Non saluto alle spalle della gente. Io sono jack smith. Se ti giri dopo che ti ha detto addio non alzi la mano. Questo è il girato ma nel montaggio deve saltare quella cazzo di mano, mi spiego? Forse i ciechi li saluti con la mano? Si? Allora sei un Giufà. Giufà in fondo alla valle non è a vista di suo padre. Suo padre gli chiede: arriva l’acqua? Giufà fa sì con la testa. Ai ciechi grido nell’orecchio, fanculo cieco. Del resto non mi interesso, il sesto non è il il testo. I ponti possono saltare, i grilli finalmente riposare. Buh al congiuntivo. Mi dicono che sono troppo dentro di me, troppo indicativo, troppo io. Sbagliato. Non frequento il concetto, sono una congettura, una superficie liù, sconosco non conosco, fraintendo non centro, scontesto non contesto, buh, io sono jack smith, riparo valvole, dormo dentro una CGE mod. 365 sulla stazione di New York 1954 con coperta in ciliegio. Una specie di paremecio ma ho le mie onde. Ogni tanto mi addormento con la pipa spenta e sfrigolo la gola senza corrente. Per il resto non resto con le mani in mano. Mai senza mani mai. Faccio verdura. Faccio quello che ogni uomo di un condominio civile fa: non rubo la spazzatura. Io sono jack smith, amo i maglioni rossi, pochissimo i condomini. Come sto? Come può stare un avverbio: purtroppo bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ESTIZIO DOPO (da Favole del ’68)
il  q u a l i f i c a t o che é una cosa giusta porta il pomodoro Read more.
CAPITO
Che poi a ripensarci bene io mica lo conosco, il tipo. O almeno: mi sembra di no (poi magari, vai Read more.
(SIGIR)
Loro conoscono tutte le lingue del mondo e sono stati fraterni amici di Enoch. / Con lui hanno trascorso memorabili Read more.
CONSIGLI A UNA GIOVANE ASSASSINA
Sfodera la tua arpa da fuoco e colpisci. È arrivato il tuo tempo, Annavanessa. Il tempo di quelli. Non farti Read more.
DISEGNI D’INVERNO
Dimmi dal colle l’infinito avvento; inaugurazione Gela il suo vuoto di cera persa un croccante sottozero   Come promessa il Read more.
QUEI DUE GIOVANI
Quei due giovani immersi in una chiocciola di parole belli pensosi arroganti li tratteggio si sfumano come mandorli in primavera Read more.
ALTRI FRAMMENTI (4)
Per primo ha eliminato dall’appartamento ogni traccia riconducibile alla moglie, affastellando in una stanza ogni oggetto, abito, alimento, profumo a Read more.
ESTIZIO (da Favole del ’68)
il pulitore nel clado che non si dorme nell’acqua che non si bava nella suona che non ha finestre tutto Read more.
CORO
“è il tempo più grigio e dolce dell’anno, prima ancora che brilli la bacca improvvisa dell’inverno” A Bertolucci dormire con Read more.