DUE PAROLE SUL MEETING AMBIENTALE (10)

Quella della vasca era in tempi remoti una cerimonia che gli abitanti delle Terre Acriliche celebravano per irrobustire il seme della loro specie. Avveniva un sorteggio tra la popolazione maschile e chi era estratto doveva immergere il proprio uccello nella vasca e lasciarcelo il tempo di una clessidra (ancora sconosciuto è il modo in cui riuscivano a compiere l’immersione). Chi si rifiutava era evirato sul posto con un paio di rudimentali cesoie cerimoniali; per gli altri invece “le palline della roulette” iniziavano a girare. Ai sopravvissuti (spesso restava in vita un solo individuo) era concesso di accoppiarsi con le vergini più giovani e carine della comunità. Le fonti tramandano che i sorteggiati colpiti dai morsi dei serpenti morivano tra atroci sofferenze. Il pene si gonfiava fino a assumere le dimensioni e la forma di un sechio maturo. La vittima era tormentata da scariche di dolore accompagnate dalla fuoriuscita di un liquido giallastro dall’uretra e dalla sensazione di pisciare vetro. La morte sopraggiungeva dopo qualche giorno.

Si ritiene che l’immunità ai morsi di serpente che qualifica l’odierno assetto genetico degli acrilici sia in parte la conseguenza di questo retaggio. Un discorso analogo riguarderebbe il radicarsi del ceppo albino nel loro dna, anche se le teorie in proposito non hanno ancora trovato riscontri convincenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DUE VOLTE
La sola differenza tra le formule AC0004452601 e AC0004452601-1, che sulle tavole anatomiche indicano il medesimo elemento,  è, come si Read more.
SELVA
Zolle di terra compongono il tuo corpo. Ad occhi chiusi gratto il contorno. Scivolo e mi sgretolo, ferita già aperta. Read more.
COSO
Mio padre il lettore ha detto camerista: non con cameriera mio padre il lavoratore ha ricordato Assunta, e il mondo Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.91
Col sale nel caffè ho visto il rantolo dell’ultima elemosina del panico rendita d’umile caso. Read more.
24/11
Dover campar…sempre in bolletta, sempre in disdetta… Trallallero…senza un copeco (cantando) Sotto questa luna (l’artista indolente, mente…) Cosa preparo per Read more.
DUE PAROLE SUL MEETING AMBIENTALE (10)
Quella della vasca era in tempi remoti una cerimonia che gli abitanti delle Terre Acriliche celebravano per irrobustire il seme Read more.
39
sai (padre)   noi occhi e corpo dietro elettriche finestre bardati disincarnati senza volto quasi   la morte ci fa Read more.
(PER FAVORE)
Tu, per favore, tu dimmi della notte. In quale ombra a vuoto rotei gli occhi. A nuoto l’attraverso e navigo, Read more.
GLI ANNI DI ANNA – 02
  Anna che a ventotto anni è una seduttrice seriale, con il sorriso più immondo e falso che vi potete Read more.