L’OBBLIGO

Scavare è un mio obbligo, anche se non so se possa definirsi obbligo qualcosa che ci diamo noi stessi. E’ un po’ il discorso del tuffo, dell’arrampicata, della nuotata in mare aperto. Faire o laissez faire. Che ne direbbero i Chicago Boys ? Appartenere o possedere. Un po’ amletico il discorso, ma elementarmente decisivo e decisionale. Da orli metafisici e costole abbreviate, come le battute sospese o le parole tronche. Ma l’affinamento sa di razionalizzazione e quindi di noia, con la morte del piacere della trivellazione, che non per nulla conduce all’oro nero. Gli uomini nelle piattaforme marine con i poster porno alle pareti, i volti oleosi, i caschi colorati e la stecca da aggiornare quotidianamente. Lo stesso effetto disturbante dei paletti di un recinto che separa appezzamenti di terreni vuoti. La relazione di necessità alla ricerca di una sistematizzazione definitiva (definitivo, che brutta parola). Il volto sperduto della mamma atleta prima della gara. La corsa dei topi per un tozzo di formaggio. I capi di governo che si stringono la mano con il sorriso pietrificato. Né tutto, né poco: il giusto. L’ingiusto ancora meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

l’asteroidicello gamma (il lavoro mentale) 44’78
curiboca ‘curiboca’ cioè meticcia quindi mezzosangue cioè bastarda quindi proletaria: é cosi la mia curiosità di lettore. o non mi Read more.
L’IMBARAZZO DEL MOMENTO
l’imbarazzo del momento che può cambiarti la vita o lasciarla così com’è dove non sai mettere i piedi o cosa Read more.
IL CUCCHIAINO della domenica: (la via della seta)
Non c’è cinese che non consideri normalissimo scorreggiare in pubblico, o pisciare senza avere il pudore di farlo con discrezione, Read more.
POLITOGRAMMA
Premessa. Prigioniera prescelto pattern prescrivente puramente parole principianti ‘p’, precludomi possibilità profondere piena pessimistica (preciso, personalissima!) percezione piega pericolosa presa Read more.
LE ASSENTI
Fortunatamente ho due gatti. Un tigrato e un blue point. Maschio e femmina. Uno di ventun mesi e l’altra di Read more.
U SURRUSCU
cammnina con le scarpe piombate sgattaiolando maldestramente per il piombo che gli scivola dalla testa scervellata e inconcludente sempre una Read more.
l’asteroidicello gamma (il lavoro mentale) 43’78
sciacalli (26.09) dai più piccoli ai meno piccoli quando si parla di sciacalli puttanamia non c’é alcuna differenza di peso. Read more.
FATTI
guardo mangio bevo immagini erosioni macchie città campagna mare musica televisione computer paesi montagne rughe sale pioggia vento a chili Read more.
COULDA WOULDA
Si poteva agire meglio. Sviscerare posizioni potenzialmente esiziali è stato come infarcire vuoti nomadismi con l’apparenza del colpo di coda. Read more.