OMBRE ALLA GUERRA

ombre cucite ai corpi invidiose gelose si ribellano rivendicano autonomia l’ombra del bicchiere rovescia il martini l’oliva calpesta la propria proiezione l’ombra dell’insonnia annida le lenzuola

MARCIAPIEDI

Sul marciapiedi nessuno passeggia uomini corrono e fumano una vecchia aspra e brutta distribuisce molliche ai colombi uno stormo una ciurma armata senza nave una mollica senza scontrino in bilico sul bordo il contorno della mia faccia è un marciapiedi i passanti spigolano estirpano le erbaccce io preparo tisane continuo …

DUEL

La macchina che mi supera va più lontano dei miei pensieri. La faccia dell’autista mi insospettisce: mi riporta sui sentieri erbosi della memoria. L’ho seguita, superata. Al momento del sorpasso quella faccia mi ha sfidato con un ghigno anoressico che è volato a folle velocità. L’ho tallonata su una strada …

MIO CUGINO PER IL SUO COMPLEANNO

Mio cugino per il suo compleanno ha ricevuto in regalo una scatola di capezzoli femminili. Ne è entusiasta. Lo comunica agli amici. Se ne fa molti di nuovi. Il regalo non ha mai saputo di chi fosse. Quindi andava dicendo: un anonimo mi ha catapultato nell’abbondanza capezzolare. C’erano tutte le …

NOI

Noi compriamo le patate qualche mela e ridiamo spesso leggiamo e ascoltiamo musica facciamo anche l’amore già a metà mese abbiamo difficoltà con i nostri figli scendiamo in strada ci immergiamo nei cassonetti ci nutriamo sorridendo eppure avevamo imparato a leggere e dentro i cassonetti sminuzziamo la parola e la …

APPUNTAMENTO SULLA POLTRONA

Il dolore mentale, la confusione cellulare sono tali che i peli del corpo si contano da soli, si chiamano per nome e si danno appuntamento sulla poltrona. Io, per nulla intimorita dall’indifferenza comincio a sfogliarli come petali di margherita e m’ami non m’ami mi regalo un corpo bianco, senza peli, …

SCHEGGE DI CORPO FRASTAGLIATE

    La bambina si tuffò nel mare morbido. Riemerse mostrando la felicità con i denti. Cominciò a nuotare con movimenti eleganti e precisi. Si scompose nell’acqua. I vari pezzi del corpo continuarono a nuotare con la stessa precisione ed eleganza. Le direzioni diverse furono percorse in silenzio. Lo sciabordio …

DUPLEX

L’alluce può anche servire Per tappare una bottiglia di vino E invecchiarlo

I COCCI SI CONFUSERO CON LE SCAGLIE

I cocci si confusero con le scaglie di marmo del pavimento. La collana fu ricostruita solo in parte. Sotto la suola delle scarpe il cik-ciak fu voglia di vita e d’avventura. Le scaglie immobili come tanti cialtroni al bar. Niente pretese, niente voglia di vagare. Solo lezzo di sudore annoiato, …

L’INZIO DEL VIAGGIO

Abito una casa con il tetto di tegole. Tre metri dal mare e un metro dall’asfalto della Statale. Passo giorno e notte sul balcone, seduta su una sedia di legno con un cuscino di lana. Conto le macchine, le seleziono, le impagino e le seguo nei loro viaggi per il mondo. Lo stipendio per …