primo ministro-2

2 a te parlo sottovoce per non svegliarmi ti racconto di questo mio tentativo ti descrivo il fascio d’erbe sulla mia tavola in una luce piena che mi dilata i dettagli e nei dettagli trovo leccornie disegnate in forma di lenimenti per la mente per i muscoli del volo con …

primo ministro

30 ago 2002 1 la nebbia scivola giù dal monte mi coglie nel treno mentre sfoglio il giornale mi fa domande sull’impero degli occhi ascolto tollerante non so rispondere sto dentro la nebbia sono cieco il treno corre la nebbia mi accarezza non fa più domande quant’é alto il paese …

IN CONVEGNO-3

3 abitando l’isola a lungo contraffatta dai servizi tra le masse continentali non trovo più in catalogo i drammi le sentenze anche percentuali non trovo le parti da dissipare tra chi ha e chi non é numeri interi bruciano nella luce instancabile ad agrigento in settembre salvatore si sposa nessuno …

IN CONVEGNO-2

2 mi spiano dietro le scalette delle persiane verdi di legno semialzate la luce sempre presente mi salva dagli attacchi di mia moglie che non ammette lacerazioni nei portatori dell’istantanea largamente cognitiva ho parenti di sangue figlie zii maestri di cucina e di sesso siamo qui con nome proprio comune …

IN CONVEGNO

25 ago 2002 1 scemano le forze s’infittiscono gli arrivi tutti sotto i tren­tanni perlopiù seri e con occhi lucenti di in­telligenza e grazia lasciano la porta aperta non hanno conti sospesi vanno per luoghi pieni di luce a volte mi è chiaro che s’accompa­gnano con malepersone arrivate prima nei …

acqua & acqua 2/3

3 noi ce la faremo sempre se gli affari cadono il danubio qui dove siamo sta ingoiando vienna e il fango della moldava sbianca una praga vecchia contrattiamo scheletri allineati sopra le dune al riparo nel pozzo tu rileggi il messaggio nel seguito della pioggia nel buio dell’aula sei esposto …

acqua & acqua 1/2

  1 niente mi salva dal richiamo palatino mi ricavo dal pozzo la circolarità del bong di ciò che dalla coda sale verso il romanzo  imparo poi se vengo giù e distinguo il tu dall’io con salti che nel bong risuonano un falco volteggia sul crinale e traccia  con l’ombra …

scrivere-5

mi faccio distrarre in continuazione dalla mia condi­zione di disoccupato mentale lo strascichio di un passo una voce dalla tv una rispo­sta aspra di chio a ra perfino un soffio di vento im­provviso e ogni distrazione ogni pausa diventano vertigini della continuazione dello scrivere nel senso che mancando un tema …

scrivere-4

cos’é il miraggio? la percezione di una virgola di umi­dità (o é meglio ‘una virgola umida’?) dal cui luogo affiora la ragione di un fare-continuo. alquanto miste­rioso proprio per questa sua continuità. e una tale continuità non può che sostenersi così es­sendo/facendosi misteriosa/silenziosa. i biglietti che testimo­niano la ns appartenenza …