AI RITORNI

grandi ricchezze erano vuote immobili per l’ennesimo pane profumato.

non avrebbe riaperto in un contesto di quasi vicini.

nel quartiere avevano nomi e volti di privilegiati, guanti da un usare a fare muscoli di umanità.

cantare suonare sgolarsi da una terza a una quarta parola. diventare sempre più amabili.

anche lontani, finché un giorno si scopre che il nemico si distrae.

dall’apparenza il vento invita a passare la misura della lingua. piegare le lenzuola in strada per attirare l’attenzione dei fiori freschi.

 

le volte del giorno (met.) si aprono ai nuovi eroi dalle finestre, (xy) dove si muovono. e: le cascate colorate di politici.

strano, dissero, come si può? come fanno? hanno smesso di danzare.

 

eravamo tutti accampati ad aspettare. a friggere l’acetilene.

aspettare i cani, che tornassero sul palcoscenico.

e infatti sono tornati.

 

(commosso, abbracciandoli): “ma non eravate mai veramente andati via”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LACRIMAE RERUM 10
Rondini che planano alte nel cielo rivelano immensità nell’azzurro, sfiorano il caldo viso dell’estate garrule come bambini che giocano a Read more.
FUORI LUOGO IL TEMPO (5)
Quando ha dato inizio al movimento c’ero,   sulla spalla di Dio esplosivo,   discreta come pulviscolo   emettevo un Read more.
TURISTI
Non lo sanno i turisti, no, quali sono i vicoli dove più soffia il vento forte, né dove non ha Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.84
Col viso al minimo sguardo Liliale la donna che fu Quando l’alfabeto era smilzo E senza storia il feto innamorato. Read more.
MICHAUX e altre cose (94-95)
3   nevicava paglia sulla luna storta. petali astratti sul sedentario bendato. e i biscotti pizzicati gli mordevano la lingua. Read more.
GATTOMAMMONE
2   Voci che favoleggiano d’incontri ai limiti del deliquio, tramandate da epoche in cui avventurarsi nelle campagne notturne era Read more.
ESICASMO (6)
Gli apostoli dello Zòon Politikòn portavano a spasso i lupi e sogghignavano… benvenuti nell’universo altro dove forse non troverete l’esicasmo, Read more.
UN VERO SPASSO
Occhiali, protesi acustiche, dentiere, gambe artificiali, cinture ortopediche, parrucche. Ecco la nostra coriacea sostanza. Ecco la nostra cremosa consistenza. Gli Read more.