NELLA FORESTA DOVE ABITAVA JUNG

Nella foresta dove abitava Jung trovai lui che spiegava ad un’ascia come lanciarsi contro un albero fino a farlo cadere, mentre l’ascia era dietro un sipario calato. Jung mi spiegò poi di essere una rosa intrappolata nel corpo di Jung, e che non riusciva a coordinare le mani per il possesso di armi pesanti e sporgenti. Dissi a Jung che, nella vita, mi piacerebbe scrivere almeno una ventina di centimetri di poesia ed infatti uso la penna come un righello per prendere le misure. Costruire un condominio di poesia dove possono abitarci le parole ma non i lettori. Questo progetto non occuperebbe spazio e farebbe orario continuato, girando e rigirando su se stesso come un’isola attaccata ad un palo. A quel punto, l’unico modo per sfuggire alle ripercussioni economiche sfavorevoli sarà aggrapparsi a delle stalattiti. Jung mi guardò e le sue branchie, tremolando, producevano una melodia triste come una ferita di arma da fuoco, per la quale furono accusati tutti i bambini del villaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRI FRAMMENTI (17)
un altro diversivo alle ordinarie occupazioni è il sostare davanti le fermate dei tram fingendo di attenderne uno in arrivo Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n. 48
Putrefatto sibilo Ci si sfalda in morte Cenerella la stella Per importanza fatua. Oblio a catena Partorisce aria fosforica Famelica Read more.
VARIETY (4 tempi sincopati) – 3
si scarica la batteria piena di tossine immobile salva le mezze misure perché di pazienza meccanica si tratta Read more.
19/10
Tutto trabocca e scivola via con estrema leggerezza (entrando nella stanza) Mala- gioia, quasi il cuore si spezzasse in due, Read more.
AL MONDO
Al mondo esistono persone che non sanno più distinguere fra vero e falso: ecco perché indossano il proprio volto (quello Read more.
IN POMERIGGI ASSOLATI
In pomeriggi assolati d’ombre corte, bui cameroni conservano l’istante e rintoccano servizi d’ore morte, nel fresco dormiveglia dell’infante. Read more.
LA DONNA RECITA
La donna recita requimeterne all’acqua pazza. La bambola con la testa in bachelite e il bottone sulla pancia cospira ma Read more.
FARFA
Fonte in cortile, forme umane, platani e vento   In bilico sulla vasca dei pesci raccogliete foglie di platano, fili Read more.