LATRINE NEL DESERTO

Sotto ogni latrina era nascosto un Uomo, di quelli con mostacci all’insù e bicipitoni tosti. In quel deserto c’erano almeno centomila latrine. Le latrine distavano dieci metri una dall’altra formando fra le dune un reticolo regolare. Ogni Uomo nascosto sotto la latrina portava una parrucca da donna. Davanti a ogni latrina sostava un dromedario leccando un cono gelato con la sua linguaccia sempre in moto. I dromedari non dormono quasi mai, ma in veglia sono molto assonnati e le loro ombre si allungano sulla sabbia quando il sole va giù. Forse sognano dirupi. Sanno che Dio ha creato tutto questo per l’Uomo ma preferiscono fare a meno di Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PARTE DELLA CATENA GANGLIARE
I più antichi colonizzatori delle terre emerse sembra siano stati i cognomi costituiti da uno scheletro esterno, non quelli con Read more.
CON LA MONETA
Con la moneta corrente di un paesaggio i morti ci ripagano, non vanno, anzi, ritornano qui altrove nei paraggi, sul Read more.
OGNI TABELLINA HA UN SUO COLORE
Ogni tabellina ha un suo colore, come la mattina dalla finestra che va dal blu all’arancione.   Quella del tre Read more.
QUI SI FANNO TRAMEZZINI CON GAMBERETTI BOREALI
sciabordio assordante e schiuma tanta schiuma e viscide alghe rivoltolate rabbiosamente insieme alla sabbia strappata via al fondale da marosi Read more.
VARIETY (4 tempi sincopati) – 2
fatto l’esempio il] treno che brucia i binari sono sassi della tombola piove da riempire stringhe il ponte girevole uno Read more.
QUADRO 5 – 18/10
Guardate questo quadro, Maestà Ma cosa gli hanno fatto (è completamente distrutto) … È forse vita questa Volete dei biscottini, Read more.
ATENEO
Che Tripaldi sia uomo degno di stima è un fatto assodato, al di qua come al di là della posizione Read more.
[TUTTE LE COSE SOLIDE]
  Tutte le cose solide svaporano nell’aria il mondo sfibrato di fibra in fibra viaggia in innvervazioni in contorsioni annullato Read more.