HO ZERO ANNI

Perdo i denti. A volte anche i capelli. Mi smarrisco nei labirinti. Sono su una macchina che non so guidare e mi vado a schiantare. La folla. Cado col lettino dal ballatoio della nonna. Non sono in picchiata ma il letto si disfa progressivamente fino a quando l’unica protezione contro lo schianto è la mia impronta sul materasso. Polvere e cenere in turbini. Mi va malissimo il compito in classe di matematica che devo svolgere.

 

 

 

(estratto da DIARIO DEL SONNO, Le lettere edizioni, 2021) su autorizzazione dell’Autrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NEL TEMPO E NEI LUOGHI DELLA COSCIENZA
nel tempo e nei luoghi della coscienza scrivo di te del muro di ghiaccio – un pomeriggio assolato riempiva di Read more.
TRAUMA 9
vorticoso è stato il saluto. mentre piangevi l’agonia del nonno. nella macchina ai tuoi amici hai comunicato il fatto e Read more.
AI RITORNI
grandi ricchezze erano vuote immobili per l’ennesimo pane profumato. non avrebbe riaperto in un contesto di quasi vicini. nel quartiere Read more.
ULTIMO GRIDO
A Giacomo Leopardi   e senza vento nei querceti abissati di luce eterno alterco tra morte e vita eterna è Read more.
PERDIZIONE
Ti guardo da lontano col mio piccolo sguardo esquimese. Pensare è una forma di perdizione. Un rito crudele. Per pensare Read more.
PER UNA MITOLOGIA DADA
nella mitologia greca, achille era un eroe della guerra di troia, il più grande di tutti i guerrieri greci. all’inizio Read more.
DI DOMENICA
Mi piace di domenica andare nei paesi dove non conosco nessuno. Come ospite non invitato curiosare fra strade che non Read more.
DIDASCALIE 6
1. Dove finisco io E dove cominci tu Che sei sempre io E pure non lo sei più 2. Una Read more.
AFORISMI IN SOSPESO
siamo il risultato di   un esordiente attempato può ancora   il cane muore dalla felicità dopo aver rivisto   Read more.