ANIMALI DOMESTICI (15)

Spesso, all’esterno dei locali commerciali vengono affissi

cartelli con cui si vieta l’ingresso ai cani.

A volte, il sindaco di una città (ma anche

il sindaco di un paese) può vietare ai cani

l’accesso a uno spazio pubblico. Di solito lo fa

tramite un’apposita ordinanza comunale

che proibisce a tutti i proprietari di cani

di introdurre i cani in luoghi specifici

come spiagge, negozi, giardini. Tali ordinanze,

per acquisire efficacia, vengono affisse

su apposite bacheche dedicate all’affissione

delle ordinanze comunali. Le ordinanze

vengono pubblicate nell’albo pretorio

che può essere diffuso e divulgato

tramite il portale del comune.

Il divieto va esteso a tutti gli altri animali

da compagnia (compresi ragni, gatti, criceti o pitoni).

Un’ordinanza può introdurre il divieto di balneazione

nelle zone balneabili (ma anche nelle zone

temporaneamente balneabili o non balneabili).

Tali ordinanze devono essere rispettate

da Luca, Carlo, Stella e Luigi

in quanto proprietari di cani e gatti.

Il cane di Carlo non entra mai all’interno di un bar

o di un negozio di scarpe, e neanche dal macellaio.

Quando va all’ingrosso per acquistare gli alimenti,

Carlo lascia il cane dentro la macchina o a casa da solo.

Carlo ha una vecchia R4 GTL bianca dell’81, ottima

per andare a pesca, a funghi, in campagna

(non si impantana mai). È una macchina molto proletaria

e lui, da vecchio comunista, non l’ha mai cambiata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FRAMMENTO 1
  Orizzonte dal latino Horizon, che limita. Sottointeso è Kyklos – il cerchio. Una delle possibili destinazioni. Una delle moltissime Read more.
SOSPENSIONE
sospensione non era che svilimento del vuoto e il senso tattile dell’abbandono nello sradicamento del se diverso o tempo inverso Read more.
2/10
Com’è la notte, galileo Chiara, maestà, chiara … Tutta colpa del gatto (se ne sta dietro i vetri a guardare Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.19
Cristalli di enigmi voltarti Lo sguardo retro di chi sa Già marce le gioviali canne Spaziate sul greto del fiume. Read more.
GLACIAZIONI, SPONDILOSI, SINTROMI
Uscendo dall’incontro si presenta la montagna e nel coltroluce la sua criniera di pini ed alberi uno a uno smerletta Read more.
GLI EFFETTI (6)
inesatta ma la] topografia rende la sterilità dei luoghi sterza via come alcune luci incandescenti alcune sàltano e còlano in Read more.
DENTRO / FUORI – 8
Fuori: l’archetipo di un processo incontrollabile, l’apparenza sensoriale e il paesaggio inconoscibile, la rivolta che si tradisce e la follia Read more.
BOCCA
Ho sognato che ero dentista e dovevo togliermi un dente, cercavo altri dentisti ma nessuno voleva togliermelo ed ero costretto Read more.
HO SETTE ANNI
Siamo nello studio. Luci puntate e buio. Con forza e fermezza il dottore mi strappa entrambi i lobi nei quali Read more.