MANNA PIOVANA (3)

Ernesto – aveva iniziato scandendo bene le lettere del nome come succedeva di rado, poi era tornato
al dialetto stretto e chiuso lodando il nobile bistrattato lavoro del contadino, il miracolo che
trasforma sudore in sostentamento per le famiglie [anche quelle che la terra non la lavorano,
bofonchiò], disse del rispetto per quelli venuti prima a faticare su quegli stessi campi,
dell’importanza dei cicli naturali e degli esseri viventi dal mammifero più grande fino al più piccolo
filo d’erba. La natura è la tua vera madre, più di quella che ti ha portato in grembo nove lune – gli
era uscito dopo una pausa – e per prima con la natura ho fatto l’amore. Per i figli o i raccolti, sempre
bisogna far prima l’amore con la natura. Capisci?
Non da lui dilungarsi in un discorso, infilare parole logiche coerenti con idee, appassionato, con
cervello pancia e cuore. Ma veramente, no. Non capiva. Sperava con tutte le forze ci fosse altro:
altri indizi, un’altra pagina del libro, qualunque cosa pur di non doverlo guardare in faccia e dirgli di
non aver capito niente dopo tanta cerimonia. Che significava esattamente far l’amore con la natura?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ELENA
grifagna di buon mattino all’abbaio del cane del signor crisippo la rimpatriata ci conosciamo? ”L’anno scorso la mia pronipote” oggi qui per Read more.
PROTEGGIMI DALLE CANZONETTE
proteggimi dalle canzonette & sii il mio ascensore per il sento piano & ti prego sii pulsante & possiamo anche Read more.
COME DA FINESTRA
come da finestra . prevista pioggia . musica soffice . bottles Read more.
SEMPRE LIEVE E PONENTE
  In un salotto stile Luigi Filippo – piuttosto malandato in verità, ma in una casa patrizia ancora ben conservata Read more.
SONO PIEGHE D’INVERNO E
sono pieghe d’inverno e la somma di vite queste vite – le piccole cose di segni lontano nelle stanze divine Read more.
LANCIANDO UN GRIDO
  Lanciando un grido d’attenzione, io esclamo un giorno sì e uno no (vale a dire spesso sì e spesso Read more.
ASCIUTTA E SECCA VOCE
Asciutta e secca voce a notte, rara, basta all’avara immersione nella fonte, frattanto che si guada la fiumara, il letto Read more.
NOVANT’ANNI
La signora compie novant’anni: la sala del ristorante è dedicata a lei oggi. Due palloncini color fucsia – un nove Read more.
QUADRO 1
(dimmi bambino che fai lì tutto solo)     … (il quadro che apre la mostra) Tutti i quadri della Read more.