MANNA PIOVANA (2)

In giovinezza aveva poi fatto qualche gita: Belluno, Treviso, Venezia e una volta con la parrocchia
perfino Padova, la basilica di S. Antonio e la Cappella degli Scrovegni. Il miracolo per cui la
Cappella si era salvata dai bombardamenti che invece colpirono la vicina Chiesa degli Eremitani,
diceva il prete guida non solo spirituale. Niente di tutto quanto disse su Giotto avrebbe potuto
prepararlo per Giotto agli Scrovegni. Anche velato dalle polveri sparse dalla guerra il blu della volta
lo aveva stregato, qualcosa gli afferra il cervello estirpandolo dal cranio per liberarlo in dimensione
più spaziosa, un universo infinito in cui espandersi. Qualche minuto immobile guardando il soffitto
a bocca aperta sentendosi man mano sempre più sopraffatto da bellezza e nàusea. Finse un malore e
un responsabile scout con barba perfettamente rasata l’aveva accompagnato fuori.
All’aria aperta case normali, persone negozi e i pali della luce; anche il cervello tornato normale in
dimensione rientra nel cranio, il posto suo. Due respiri profondi a suggello di un’esperienza
profonda altrettanto, traumatica ma piacevole aria gelida che invade fino il più minuscolo alvèolo;
freddo che brucia come fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FRAMMENTO 1
  Orizzonte dal latino Horizon, che limita. Sottointeso è Kyklos – il cerchio. Una delle possibili destinazioni. Una delle moltissime Read more.
SOSPENSIONE
sospensione non era che svilimento del vuoto e il senso tattile dell’abbandono nello sradicamento del se diverso o tempo inverso Read more.
2/10
Com’è la notte, galileo Chiara, maestà, chiara … Tutta colpa del gatto (se ne sta dietro i vetri a guardare Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.19
Cristalli di enigmi voltarti Lo sguardo retro di chi sa Già marce le gioviali canne Spaziate sul greto del fiume. Read more.
GLACIAZIONI, SPONDILOSI, SINTROMI
Uscendo dall’incontro si presenta la montagna e nel coltroluce la sua criniera di pini ed alberi uno a uno smerletta Read more.
GLI EFFETTI (6)
inesatta ma la] topografia rende la sterilità dei luoghi sterza via come alcune luci incandescenti alcune sàltano e còlano in Read more.
DENTRO / FUORI – 8
Fuori: l’archetipo di un processo incontrollabile, l’apparenza sensoriale e il paesaggio inconoscibile, la rivolta che si tradisce e la follia Read more.
BOCCA
Ho sognato che ero dentista e dovevo togliermi un dente, cercavo altri dentisti ma nessuno voleva togliermelo ed ero costretto Read more.
HO SETTE ANNI
Siamo nello studio. Luci puntate e buio. Con forza e fermezza il dottore mi strappa entrambi i lobi nei quali Read more.