HOUSTON ADDIO (BREVE E ROMANTICA STORIA DEI CONTRATTI) / 5.

Ma il vulnus, quello più doloroso era – dicevamo – la ‘truffa’, e cioè l’attribuzione della truffa in sede di valutazione: quel che non comprendi, lo giudichi male e duramente, del resto, è legge universale. L’ignoranza, giudica duramente, in effetti. Insomma, vi era il rischio che venticinque anni di lavoro concretamente vissuti, alla prova di una regola ottusa e ottusamente perseguita per urgenza dimostrativa, per necessità di riacquisire verginità (dopo asfissie burocratiche e inutilità politiche), svanissero per sempre. Sarebbe stato, a quel punto, come chiedere a Newton perché allora proprio quella mela e non un’altra un poco più in là. Sarebbe stato scoprire una foto del ’39 di Gandhi nel preciso momento in cui avesse acceso una sigaretta e rivederne così l’intera sua biografia – depotenziandola e infine rovesciandola – alla luce di un divieto e un politically correct di mezzo secolo successivo.

Ma sarebbe andata troppo per le lunghe per chi non comprendeva – dicevo -, per chi non comprendeva che anche il tempo di questa premessa aveva un costo in postazione lavoro, energia elettrica, tempo sottratto ad altre attività e che poteva essere recuperato solo attraverso un’accelerazione su altri fronti, che si definiva ‘organizzazione’ o, con parola assurda, ma oramai in uso, ‘ottimizzazione’. Ma cosa andavi a spiegare a chi per sua natura non poteva capire? Chi non comprende, rallenta, è anti economico; in sintesi, c’entra poco con il lavoro. Ma non lo sapeva!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LINGUA
La disciplina della punteggiatura. L’umiltà della matita. La grammatica breve, elementare ed esatta. L’onestà intellettuale. Il decoroso incedere delle parole. Read more.
ABBANDONI
Hai lasciato i tuoi libri sul pavimento, e mi chiedo se a guardarli si possa capire quali hai letto e Read more.
COMPILATORI
la realtà fenomenica è controllata da programmi molto piccoli, perfetti per le sue delicate imperfezioni. per ogni variabile o eventuale Read more.
I NUVOLANDESI
Erone Cretese riporta nei suoi diari di viaggio il bizzarro e breve soggiorno tra i Nuvolandesi. Producendosi il caso che Read more.
1)
ed è tramonto di un passo dentro ogni spina di spine la fine di un luogo   la forma dell’angolo Read more.
FIN DOVE
la stanza è un paesaggio sospeso tra terra e mare sul bagnasciuga corpi senza numero un varco per respirare aria Read more.
STORIA DI JAZZ (CORTOCIRCUITI) 1
Il contrabbassista cercò una via d’uscita da quel giro armonico triste, s’infilò nell’imbuto che il barman teneva nel collo di Read more.
DUE PAROLE SUL MEETING AMBIENTALE (17)
“Tre minuti alla fine del meeting.” “Ci dica MacLoss”, chiede un generale, “è sicuro che funzionerà?” “Vi basti sapere che Read more.
A.K. ROSSO
il prolasso della terra, la carne ferita che pulsa ancora. * la stanza di polvere rossa, una spalatrice rimuove la Read more.