TOCCHETTI FRITTI DI BANANA

Latte

farina zucchero

olio

banane a tocchetti non occorre altro

mescoli prima il latte con lo zucchero

fuori hai visto che tempo c’è? Una mitraglia di pioggia un diluvio

poi aggiungi un po’ alla volta la farina

continui a mescolare

tac-tac-tac sui vetri lo senti il rumore delle gocce? Uguale alla pallonata che il figlio scemo dei vicini ha tirato l’anno scorso alla finestra ti ricordi? Ogni estate lo portano qui

suo padre che dice “l’aria di campagna gli fa bene”

ormai son tanti anni

è sempre scemo poverino

deve venir fuori una pastella omogenea senza grumi

fai pressione mentre mescoli

l’adduttore lungo del pollice quello forse ti si irrita

è normale se non sei pratico

immergi i tocchetti di banana nella pastella

il meteo cosa dice? L’hai sentito il bollettino? Secondo me pioverà

almeno fino a domani pioverà

ora prendi una padella e versaci dentro l’olio

mettila sul fuoco attento al punto di fumo

quello di girasoli e anche l’altro campo qui dietro sono pieni d’acqua vieni a vedere

non vorrei ritrovarmi a galleggiare come una boa per casa

l’impermeabile giallo e gli stivali di gomma zuppi

butta in padella i tocchetti

devono friggere su entrambi i lati

ogni tanto capovolgili

occhio agli schizzi bollenti

sentito che tuono? Per un attimo la luce se n’è andata hai visto?

Adesso scolali e appoggiali sullo scottex

ne servono minimo quattro fogli per assorbire l’unto

in cielo i nuvoloni sembrano cuciti con l’ago dei fulmini

tutti insieme

speriamo smetta presto

lo zucchero a velo se vuoi aggiungerlo non guasta

basta spolverarglielo sopra

io non lo metto mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCRIVIMI LA PAROLA: VOGLIO INCONTRARTI
Dentro la trattoria Oa Citronel il tempo non esiste. Monsieur, a riprova, rivolto a una giovane cliente cui sta servendo Read more.
MANNA PIOVANA (17)
Ti regalo dei cerini, li prendi? : va ben; tu non hai veleno forse sei un riccio. solo stavolta. Poggiàti Read more.
LA ROTAIA
da grande di mestiere faccio la rotaia con tutte le scintille color del fuoco bianco Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.26
Non so, ma sono passati tutti Questi anni. Vedo e guardo L’intelletto che fu, ma non capisco. Sotto la cresima Read more.
LINGUE 3
posseduto tu come spirito cattivo ma tu no cattivo diverso particella onda come lampadina luce bottiglia acqua amore tu contieni Read more.
PER POCO SALVI DALLA PAROLA BUIO
Per poco salvi dalla parola buio salvi sul bordo del precipizio, al limite la testa infilata nel buco della terra Read more.
TIENIMI NELLE FUGHE
tienimi nelle fughe di notte alla quarta strada [la parte tragica di un confronto nascosto] o un terzo stadio nei Read more.
QUADRO 2 – 3/10
(La tragedia di un curatore di mostre)   Piove (è uno stillicidio) Pioggia dall’universo, senza fine (mito del diluvio) … Read more.
COSI’
Se fosse successo lo avrei voluto così, uguale al silenzio dei miei giorni migliori, senza  rincorse, fermi sul ciglio della Read more.