TOCCHETTI FRITTI DI BANANA

Latte

farina zucchero

olio

banane a tocchetti non occorre altro

mescoli prima il latte con lo zucchero

fuori hai visto che tempo c’è? Una mitraglia di pioggia un diluvio

poi aggiungi un po’ alla volta la farina

continui a mescolare

tac-tac-tac sui vetri lo senti il rumore delle gocce? Uguale alla pallonata che il figlio scemo dei vicini ha tirato l’anno scorso alla finestra ti ricordi? Ogni estate lo portano qui

suo padre che dice “l’aria di campagna gli fa bene”

ormai son tanti anni

è sempre scemo poverino

deve venir fuori una pastella omogenea senza grumi

fai pressione mentre mescoli

l’adduttore lungo del pollice quello forse ti si irrita

è normale se non sei pratico

immergi i tocchetti di banana nella pastella

il meteo cosa dice? L’hai sentito il bollettino? Secondo me pioverà

almeno fino a domani pioverà

ora prendi una padella e versaci dentro l’olio

mettila sul fuoco attento al punto di fumo

quello di girasoli e anche l’altro campo qui dietro sono pieni d’acqua vieni a vedere

non vorrei ritrovarmi a galleggiare come una boa per casa

l’impermeabile giallo e gli stivali di gomma zuppi

butta in padella i tocchetti

devono friggere su entrambi i lati

ogni tanto capovolgili

occhio agli schizzi bollenti

sentito che tuono? Per un attimo la luce se n’è andata hai visto?

Adesso scolali e appoggiali sullo scottex

ne servono minimo quattro fogli per assorbire l’unto

in cielo i nuvoloni sembrano cuciti con l’ago dei fulmini

tutti insieme

speriamo smetta presto

lo zucchero a velo se vuoi aggiungerlo non guasta

basta spolverarglielo sopra

io non lo metto mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FRAMMENTO 1
  Orizzonte dal latino Horizon, che limita. Sottointeso è Kyklos – il cerchio. Una delle possibili destinazioni. Una delle moltissime Read more.
SOSPENSIONE
sospensione non era che svilimento del vuoto e il senso tattile dell’abbandono nello sradicamento del se diverso o tempo inverso Read more.
2/10
Com’è la notte, galileo Chiara, maestà, chiara … Tutta colpa del gatto (se ne sta dietro i vetri a guardare Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.19
Cristalli di enigmi voltarti Lo sguardo retro di chi sa Già marce le gioviali canne Spaziate sul greto del fiume. Read more.
GLACIAZIONI, SPONDILOSI, SINTROMI
Uscendo dall’incontro si presenta la montagna e nel coltroluce la sua criniera di pini ed alberi uno a uno smerletta Read more.
GLI EFFETTI (6)
inesatta ma la] topografia rende la sterilità dei luoghi sterza via come alcune luci incandescenti alcune sàltano e còlano in Read more.
DENTRO / FUORI – 8
Fuori: l’archetipo di un processo incontrollabile, l’apparenza sensoriale e il paesaggio inconoscibile, la rivolta che si tradisce e la follia Read more.
BOCCA
Ho sognato che ero dentista e dovevo togliermi un dente, cercavo altri dentisti ma nessuno voleva togliermelo ed ero costretto Read more.
HO SETTE ANNI
Siamo nello studio. Luci puntate e buio. Con forza e fermezza il dottore mi strappa entrambi i lobi nei quali Read more.