SEI PASSEGGERI ADDORMENTATI

All’età di sei anni già formulava teorie complesse. Parlava il sanscrito correntemente e commentava i testi della sconfinata epopea indiana. A sette cominciava una dieta di sola frutta selvatica. A otto previde il futuro asserendo che sarebbe vissuto fino a duecentotrentasette anni. Ma in quella puntata – l’ultima della serie, per come si scoprì in seguito – il Baba era sulle sue tracce determinato a smascherarlo seppure non lo avesse mai incontrato. E’ un impostore, sosteneva, nasconde certamente un trucco o dietro di lui c’è il potere massonico planetario. Sceso dall’auto di servizio alla fine della strada 19, però, lo vide in uno spiazzo intento a spiegare il Mahabharata a una piccola moltitudine di persone. Lo riconobbe subito: quella mattina gli aveva offerto un tè al locale Kitty Su – ma alle 9 gli aveva fatto il pieno di benzina alla stazione di Sangam – a mezzogiorno lo aveva fissato appoggiato a un’edicola di giornali – nel pomeriggio gli aveva sorriso mentre dava da mangiare ai piccioni al Sanjay Van. Riconosciutolo, si ricordò di averlo visto in uno spiazzo intento a spiegare il Mahabharata a una moltitudine di seguaci. Proprio alla fine della strada 19. Ma non sapeva dire quando fosse accaduto. Lo impressionò il fatto che stesse disteso a mezz’aria e nello stesso tempo in posizione eretta.  Che avesse una barba straordinariamente lunga ma nello stesso tempo appena rasata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCRIVIMI LA PAROLA: VOGLIO INCONTRARTI
Dentro la trattoria Oa Citronel il tempo non esiste. Monsieur, a riprova, rivolto a una giovane cliente cui sta servendo Read more.
MANNA PIOVANA (17)
Ti regalo dei cerini, li prendi? : va ben; tu non hai veleno forse sei un riccio. solo stavolta. Poggiàti Read more.
LA ROTAIA
da grande di mestiere faccio la rotaia con tutte le scintille color del fuoco bianco Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.26
Non so, ma sono passati tutti Questi anni. Vedo e guardo L’intelletto che fu, ma non capisco. Sotto la cresima Read more.
LINGUE 3
posseduto tu come spirito cattivo ma tu no cattivo diverso particella onda come lampadina luce bottiglia acqua amore tu contieni Read more.
PER POCO SALVI DALLA PAROLA BUIO
Per poco salvi dalla parola buio salvi sul bordo del precipizio, al limite la testa infilata nel buco della terra Read more.
TIENIMI NELLE FUGHE
tienimi nelle fughe di notte alla quarta strada [la parte tragica di un confronto nascosto] o un terzo stadio nei Read more.
QUADRO 2 – 3/10
(La tragedia di un curatore di mostre)   Piove (è uno stillicidio) Pioggia dall’universo, senza fine (mito del diluvio) … Read more.
COSI’
Se fosse successo lo avrei voluto così, uguale al silenzio dei miei giorni migliori, senza  rincorse, fermi sul ciglio della Read more.