SCORPORARE

Mi aggiornano amici figli amici dei miei figli e un’amica della madre dell’amico dei miei figli con passaggi d’urgenza

anche al cinema si sta con fuochi fatui a conforto nella prudenza del sapere il gioco nulla è al caso meglio fermarsi all’antefatto la trama è facile il rebus è fuori luogo inizio e fine cadono di voglia

ci si annoia non vale pace pena e fermo all’opportunità poca forza: utensili e minuterie tagliano l’odore fresco che si guasta presto

e non vedo il motivo di ricapitolare e organizzare la sortita non ho più da spiegare farmi intendere a tono vetrine da sgrassare

il destino incerto della memoria e del turista gioca tra statue e toponimie il culto del cargo rimpiazza le mummie si afferma con gusto la pizza surgelata e come tabloid curiosi fuori moda vanno via  dimenticando il carica batterie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

MA C’E’ UN TEMPO DIGIUNO E
ma c’è un tempo digiuno e le vette di maggio ad aprire questa strana facciata raggiungimi tutto d’un fiato prima Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.21
Avresti voluto giocare di scherma Concederti sismi di baci Biglietti non obliterati per rabbia. Invece sei stato ligio Alla ginestra Read more.
KIREJI – n.13
sfila una corsa   *     memorie di ragazza   *     mondo mondo fluttuante   *   Read more.
BENESSERE MILITANTE – Scena XXXI
via web avremmo capito [forse] ogni Centro è periferia in rete scrollarsi di dosso certe idee gerarchie architettoniche di residente Read more.
TRANSIZIONI – 28
su questa mano stretta intorno all’aria mattutina. non c’è la compatita morte di chi avete ucciso. i morti uccidono i Read more.
INSONNIA VENEREA
il pubblico rumoreggiava senza costrutto ma con roboante supponenza davanti al poeta che stillava miele da una controdanza faticosa e Read more.
MEMORIE 06
Che poi c’è e lavora qui a pieno regime l’industria della commemorazione, la fabbrica del ricordare in comune, l’implacabile impresa Read more.
CUCINE STANCHE
Basso profilo. Stanchi di straccio e pulizie banchi cucina, stanchi d’in piedi sempre a cucinare qualsivoglia. Stanchi che non c’entra Read more.
AL MERCATO DOVE MI HAI COMPRATO
al mercato dove mi hai comprato non hanno più bancarelle. nemmeno la stradina dove il lupo ricalcato a matita ci Read more.