LOPLOP, IL SUPERIORE DEGLI UCCELLI

I due che parlano all’entrata del motel, a un certo punto, si avvicinano senza che l’uomo li abbia mai invitati. Vedo perfettamente la scena.  Un camion telonato tira a marcia indietro e col fascione posteriore tocca il muretto perimetrale facendo uno scricchiolio. Madame Madame si affaccia dalla camera 19 e sputa una cicca verso il tetto di una Toyota.  Ci sono altri movimenti, ma meno importanti per quanto possa giudicare: una cassetta di acqua da 6 lasciata dietro la porta, la giugulare del portiere che gorgoglia, puzza di gomma che brucia nel sottoscala. Sono le 5  del mattino e questa cosa, dunque, prende forma di storia sul palmo della mia mano. Guardate: i due si muovono dalla linea del cuore verso il monte di Giove trascinando l’uomo a forza su un’automobile (sono dei poliziotti);  Il camion prende direzione linea della testa, svincola al monte della Luna e si allontana nel buio per le  consegne di quel giorno; Madame Madame legge la linea del destino e gli sussurra che tra il monte di Marte positivo e il monte di Marte negativo proprio in questo momento sua moglie si è risvegliata e ha avuto un sussulto rivelatore: ha capito che lui l’ha tradita. Io sto succhiando il mio caffè. Con scarsa, scarsissima disposizione d’animo mi siedo, guardo albeggiare sopra il dito di Saturno e tiro un lungo respiro. Non ho il minimo desiderio di vedere come vada a finire, ma lei insiste, insiste. Guardate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PARLA STEFANO AL TRAMONTO VISIVO
Se dopo il dolce lei ci racconta di presenze che arrivano da altri mondi – una superba torta cantonese coperta Read more.
IDIOSINCRASIE 6
Gli zingari della musica facevano vibrare i suoni sinusoidali, / ora tortuosi, ora avvolgenti, ora ululanti del Theremin / poi Read more.
DUE GIORNI (3)
lunedì   raccolta l’uva americana insieme a P. un filare di vite sul ciglio di un terrazzamento. l’uva tagliata attira Read more.
MI AMI PER FAVORE? (V)
Oggi ho visto una paglietta guidare l’auto avanti la mia. Sorrideva, la paglietta, sembrava in forma: grano duro fiero di Read more.
SONO STATA BRAVA NEL BOSCO
“Sono stata brava nel bosco” un morso alla gola il momento in cui sono più felice è quando soffoco dalla Read more.
IN CUCINA C’ERA UNA NUVOLA
in cucina c’era una nuvola entrata dal balcone, di sicuro si era persa perché lì non c’è il cielo. pensai Read more.
QUEI 68 MQ DI UNIVERSO / Come un selfie, profondo…
In un tempo che finisce di contare se stesso, qualcosa riconosce in un filamento fluttuante – simile ai mille e Read more.
TRANSIZIONI – 24
trascinati eccoli. con la ritrosia dei vetri di pioggia. le gallerie del vento piangono luci. stramazzando silenzi. eccoli. tracimati. continuano Read more.
UN PUNTO
Certo, si dice: Lilli Gruber. Ed è vero che è una grande giornalista donna. Se fosse stata una grande giornalista Read more.