LOPLOP, IL SUPERIORE DEGLI UCCELLI

I due che parlano all’entrata del motel, a un certo punto, si avvicinano senza che l’uomo li abbia mai invitati. Vedo perfettamente la scena.  Un camion telonato tira a marcia indietro e col fascione posteriore tocca il muretto perimetrale facendo uno scricchiolio. Madame Madame si affaccia dalla camera 19 e sputa una cicca verso il tetto di una Toyota.  Ci sono altri movimenti, ma meno importanti per quanto possa giudicare: una cassetta di acqua da 6 lasciata dietro la porta, la giugulare del portiere che gorgoglia, puzza di gomma che brucia nel sottoscala. Sono le 5  del mattino e questa cosa, dunque, prende forma di storia sul palmo della mia mano. Guardate: i due si muovono dalla linea del cuore verso il monte di Giove trascinando l’uomo a forza su un’automobile (sono dei poliziotti);  Il camion prende direzione linea della testa, svincola al monte della Luna e si allontana nel buio per le  consegne di quel giorno; Madame Madame legge la linea del destino e gli sussurra che tra il monte di Marte positivo e il monte di Marte negativo proprio in questo momento sua moglie si è risvegliata e ha avuto un sussulto rivelatore: ha capito che lui l’ha tradita. Io sto succhiando il mio caffè. Con scarsa, scarsissima disposizione d’animo mi siedo, guardo albeggiare sopra il dito di Saturno e tiro un lungo respiro. Non ho il minimo desiderio di vedere come vada a finire, ma lei insiste, insiste. Guardate:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA SOTTIGLIEZZA GENERA CATACLISMI _X0010_
Sarebbe bene iniziare a chiedersi se tutte quelle facezie sottese a una concezione urbanistica rigorosa – i clamori che sconquassano Read more.
NOI SIAMO LA’
Interrogando i passanti, non dovrebbe esservi difficile trovare la strada. Noi siamo subito dopo quel ponte di cemento. Come sai Read more.
JONESCO ERA UNA BALLERINA
tartufi immersi nella notte calcinata eppure un refolo di tenerezza svirgola da dietro il muraglione dei Ciclopi durante quella monumentale Read more.
UNA VISITA AL CONVENTO
Tutte le volte che le ragazze giocavano alle cose impossibili, una di quelle cose accadeva. Ne sapeva qualcosa il signor Read more.
BENESSERE MILITANTE – Scena XXII
Saltati i refrain di lupi branco d’abitudinari dopo gli scatti rubati di cui brulicò la questura: colti in shopping illecito Read more.
DIARIO ROMANO – 3
14 47   confusione e fisse, una voce la isolo   l’aria     15 45   lavo e penso Read more.
ACQUISIZIONI – 4
  non per il prossimo fine della semplificazione non] serve non c’era niente un avviso in strada risulta] esente rubato Read more.
KIREJI – n.2
legge mail – metro veloce   *     occhi incavati – blatera   *     lo ripete – Read more.
(L’OCCHIAIA. 95.”Bipedi 14”)
Si volta di scatto dall’altra parte spazza via con le dita i tanti granelli di sabbia finitigli addosso volando complice Read more.