DESTINA / 1

 

Anni dopo.

 

Pensando e aspettando, un mattino fisserà il cielo e le nuvole, e vedrà Americhe senza sud e con l’Alaska in Africa, un’Argentina che andrà un po’ dove vuole, e l’Australia sarà piccolissima.

L’Europa… L’Europa, la lieve condensa lì in alto, nel quadrante destro, non avrà un viso da Europa, forse non sarà neanche lei, e non la saluterà nemmeno, almeno fin quando non si volterà.

Poi,

uno sguardo all’ora che ancora non arriva, con le lancette che avranno avuto pur sempre buone intenzioni, sì,

ma il loro movimento sarà stato troppo, troppo dipendente dalla cassa, dal dentellino dell’ingranaggio.

Ecco, immaginerà in quel momento un mondo senza alcun dentellino che ci libererà finalmente le ore,

così che quel giorno il sole sarà un caminetto e quei palazzi cominceranno a parlarsi in altezza, esposizione e intonaco.

Avremo alzato lo sguardo –

vorrà dire –

oltre il temporale,

il temporale che avrà lavato via per sempre tutti i volti di tutti.

E così,

liberi dalle lame del caldo, i muscoli delle espressioni inizieranno un po’ ovunque a testimoniare la fine della nostra guerra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.12
Segugio del tuo pane Le croste orrende, la favella oscura dove la curva si arrende. Su e giù barcolla la Read more.
CASA NATALE
Prima di colazione ho rincorso un pensiero. Un pensiero qualunque, ma da trattare con riguardo e con le buone senza Read more.
MEMORIE 01
  Sul nostro matrimonio, oramai trapassato, ciascuno ha i suoi tenaci ricordi, tu hai i tuoi che mai coincidono con Read more.
MI SONO RITRASFORMATA IN LUPO
Mi sono ritrasformata in lupo. La fiamma sulla lingua, il fiore che si aggrega sulla superficie del lago.   Non Read more.
LE SCARPE AL CONTRARIO
le scarpe al contrario erano infastidite perché non potevano guardarsi, spingevano e così anche i piedi si imbizzarrivano. li sentivo Read more.
NUDISTI
Una volta andai al mare con una brigata di studenti tedeschi. Ero in amicizia col professore che li accompagnava. Studiavano Read more.
SVILUPPO DELL’AREA DI UN QUADRO
Per materializzare una linea occorre pensarla, trovarne l’equilibrio (ad esempio alcune tracce, o il disegno di un motivo generato dall’avviluppo Read more.
TRADUZIONE
Bucherellando la notte con le nostre torce elettriche, avanzavamo cauti sulla pelle rugosa della Città, sulle pozzanghere di catrame, sul Read more.
SCORPORARE
Mi aggiornano amici figli amici dei miei figli e un’amica della madre dell’amico dei miei figli con passaggi d’urgenza   Read more.