IL PROFETA DELLE PERIFERIE (19)

Quando, dopo un anno di forzoso camminare, il corteo dei bambini pellegrini giunse nella città davanti al Mare del Peccato, il loro accidentato viaggio sembrò che stesse volgendo al termine. Si respirava un’aria di contenuta euforia per avercela (quasi) fatta. Ancora un’ultima prova e sarebbero arrivati alla sospirata Terra Santa. Noi siamo puri, disse il Profeta, dunque fermiamoci sulla spiaggia ad aspettare, il Mare non potrà non aprirsi per farci passare. Invece, trascorse un giorno, due, tre e nulla accadeva. Dopo dieci giorni di attesa, la fiducia prese a vacillare, dopo un mese cessò del tutto. Il contraccolpo di delusione fu, a questo punto, micidiale e definitivo. I ragazzi si ribellarono, insorsero, parecchi si dispersero sbandati e disperati, un gruppetto chiese a Nicola di prendere in mano la situazione, di scacciare lo Stephano Christo che li aveva così indecentemente ingannati. Nicola non volle umiliare Stephano più di quanto non si fosse autosvergognato e mortificato da sé, lo prese da parte e gli disse che soltanto il suo sacrificio avrebbe scacciato le tenebre e riportato la luce presso il popolo dei ragazzi.

Nicola quindi si apprestò a celebrare il rito eucaristico sulla spiaggia: una voce inverificata riferì che Stephano fu visto allontanarsi e inoltrarsi a piedi dentro il Mare del Peccato: sembra che un’onda anomala lo avesse sommerso e rapito via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DESTINA / 1
  Anni dopo.   Pensando e aspettando, un mattino fisserà il cielo e le nuvole, e vedrà Americhe senza sud Read more.
A TALE OF PANDEMIC – 4.4.2020 Sebastian, Florida.
Mi mancano il mio cane, il mio dottore, i miei amici e i miei libri. Mi manca il mio studio, Read more.
CRAMPI ESPRESSIVI 01
Un crampo espressivo dopo l’altro / fino a secernere fulgore dal mero dolore / Coltivare abituali sortilegi per ingannare il Read more.
NOSTR’OMBRA
Nella memoria di Gaspare Atomico Nucleare, incisi di un centimetro  osso e corteccia Parietale, di venti millimetri la parte apicale Read more.
INVITI A CENA – n.27
stasera ti guardo e penso che di te sarebbe più bello il ricordo. Parli tutta la sera dei tuoi viaggi Read more.
INTRAMOENIA (Sergej Esenin)
Stanco di vivere nel paese nativo nella nostalgia dei campi di grano, abbandonerò la capanna mia e vivrò vagabondo, ladro. Read more.
IN SPIAGGIA
Drappi di tenda, una distesa di cerchi azzurri, ondeggiano al cielo segno sicuro di estate, la permanenza del giorno Bimbe Read more.
ALTRI FRAMMENTI (18)
Onde evitare che il meccanico potesse dubitare circa le nostre condizioni di salute e che eravamo affetti da patologie senili Read more.
REMAINDER READER’S DIGEST – 4
percorrere poi il palinsesto nel temperatura stratificato infìla ere inconcludenti smembrate le gigantografie appena la cartolina di natale arriva piena Read more.