(L’OCCHIAIA. 89.)

   Sull’assolato terrazzo, irreali nella tremolante calura pomeridiana, due affiatati volpini – la mia Clite giovanissima e una Clite così avanti negli anni da avere il pelame nero chiazzato di bianco ingrigito e gli occhi vivaci spenti dalle cateratte – terrorizzano un piccione che, incapace di volare, per sfuggire ai canini sempre più vicini, si rintana di continuo dietro i vasi allineati davanti la balaustra, da dove, allungandomi di un nonnulla verso il tetto di una casa vicina, certe volte riesco a indovinare il rosso sbiadito di un pallone sgonfio trattenuto, a poca distanza dalla grondaia, da due grosse pietre ancorate sulle tegole giallastre di quella stessa sabbia impalpabile che lo scirocco suole spargere ovunque …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TRANSIZIONI – 15
cadono alberi e maciullano cervelli. sventrano false coscien- ze. espropriano la merda dai loro naturali ricettacoli umani. la merda delle Read more.
ALTRI FRAMMENTI (19)
Nell’epoca del mercato globale, non ci si stupisce se un figlio vende l’eroina alla propria madre e non ci si Read more.
BLOCCO TOTALE
Variazione* Appena mi distraggo [le guerre] mi entrano in casa *da A tale of pandemic di Paola Silvia Dolci Read more.
ROMA AGOSTO
È vuoti inattesi Eccezioni, sconcertati Petti nudi davanti alla chiesa Un barista versa mezzo bicchiere Chi canta la sua storia Read more.
PESCI
Prendere un pesce è abbastanza difficile, almeno con le mani. E’ per quello, forse, che si usano le reti. Anche Read more.
QUEL CHE VEDE ANNAZELDA
Annazelda vede le persone che non esistono. Ci va a ballare, ci va a cena. Vede come sono vestite, se Read more.
BENESSERE MILITANTE – Scena XVIII
smontò impettito quasi asfittico cappio al collo mezzo-Windsor lustro ai piedi assai sciuscià socio nuovo di papà In aereo per Read more.
CHE IL SILENZIO RIMANGA
che il silenzio rimanga tra la porta della quinta essenza o un tramite dell’incandescente la mira delle speranze nella ripetizione Read more.
ALL’INCIRCA
Dottore, mi creda, aspettarlo in grembo è stato uno sforzo più grande del parto. Ogni giorno, mille pensieri al secondo Read more.