AVANGUARDIA (TRASCENDENTALE DIREMMO)

Consustanziali alla storia sono certe sintassi clandestine

e un loro uso quantico

per canzoni che appaiono solo nei punti di interazione

ricordi sbocciavan le viole

tanto lunghi i baffi di Marinetti

e veramente

cerca su Google quest’età più di altre a portata d’anacronismi

evacuato digerito Marinetti

e rovesciamenti ancora stilistici delle cose

paroliberismi e il dada cosa importa

sanguinetizzati participi balestrinizzati

depensato giustificato azzurro Tristan Tzara

quindi bisogni viscerali pur sempre di

editorie in grado di giudizio storico

rivoluzioni cioè urli fonematici ugole

ma anche teoria delle stringhe glossolalie

avanguardie trascendentali diremmo

pensare la storia cioè sussumere le avanguardie

(fallirle)

cioè sovrapporsi a se stessi decalcomanie

archeologo scoprire ancora

isterismi fuori di postmoderno

altri anelli che non tengono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DUE VOLTE
La sola differenza tra le formule AC0004452601 e AC0004452601-1, che sulle tavole anatomiche indicano il medesimo elemento,  è, come si Read more.
SELVA
Zolle di terra compongono il tuo corpo. Ad occhi chiusi gratto il contorno. Scivolo e mi sgretolo, ferita già aperta. Read more.
COSO
Mio padre il lettore ha detto camerista: non con cameriera mio padre il lavoratore ha ricordato Assunta, e il mondo Read more.
da MITOLOGIA DEL CENCIO – n.91
Col sale nel caffè ho visto il rantolo dell’ultima elemosina del panico rendita d’umile caso. Read more.
24/11
Dover campar…sempre in bolletta, sempre in disdetta… Trallallero…senza un copeco (cantando) Sotto questa luna (l’artista indolente, mente…) Cosa preparo per Read more.
DUE PAROLE SUL MEETING AMBIENTALE (10)
Quella della vasca era in tempi remoti una cerimonia che gli abitanti delle Terre Acriliche celebravano per irrobustire il seme Read more.
39
sai (padre)   noi occhi e corpo dietro elettriche finestre bardati disincarnati senza volto quasi   la morte ci fa Read more.
(PER FAVORE)
Tu, per favore, tu dimmi della notte. In quale ombra a vuoto rotei gli occhi. A nuoto l’attraverso e navigo, Read more.
GLI ANNI DI ANNA – 02
  Anna che a ventotto anni è una seduttrice seriale, con il sorriso più immondo e falso che vi potete Read more.