I DUE PESI

Quale tra duemila discorsi può dirci

del nervo che attacca

questi corpi anoressici e questi dentisti,

questi spasmi alla riproduzione

a un linguaggio

di così vacua non materia?

Quale tra duemila discorsi può dirci

che non coli trincea tra i due pesi

e che abbiano fibre che in laghi insondabili si trovano?

 

Quale può giurarci

che non è il dizionario

sostanza volatile e convenzione,

e d’altronde garantirci

che al bulbo oculare è fatalmente promesso

un suo linguistico umore?

Quale tra duemila discorsi può dirsi metadiscorso

e quale discorso può dirlo tale

senza che f(x) tenda a più o meno infinito?

 

Può davvero una paleontologia reperire

un uomo solo sessuale

svincolato da ogni sovrasistema di segni?

Può davvero ogni paleontologia

dirsi empirica e scongiurare il falso

pur conservando l’incanto dei giochi verbali

che pensano un essere antico,

diamante non mitico di tempi lontani?

 

Chiamavano culto

il libro la zappa il divino:

da intrecci etimosostanziali sintesi promossa

o solo decollata arbitrarietà dei segni e delle cose?

Per soma simbolica schizofrenici,

per soma corporea fatti schiavi e collezionisti di scarlattina,

ineluttabilmente chiediamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LINGUA
La disciplina della punteggiatura. L’umiltà della matita. La grammatica breve, elementare ed esatta. L’onestà intellettuale. Il decoroso incedere delle parole. Read more.
ABBANDONI
Hai lasciato i tuoi libri sul pavimento, e mi chiedo se a guardarli si possa capire quali hai letto e Read more.
COMPILATORI
la realtà fenomenica è controllata da programmi molto piccoli, perfetti per le sue delicate imperfezioni. per ogni variabile o eventuale Read more.
I NUVOLANDESI
Erone Cretese riporta nei suoi diari di viaggio il bizzarro e breve soggiorno tra i Nuvolandesi. Producendosi il caso che Read more.
1)
ed è tramonto di un passo dentro ogni spina di spine la fine di un luogo   la forma dell’angolo Read more.
FIN DOVE
la stanza è un paesaggio sospeso tra terra e mare sul bagnasciuga corpi senza numero un varco per respirare aria Read more.
STORIA DI JAZZ (CORTOCIRCUITI) 1
Il contrabbassista cercò una via d’uscita da quel giro armonico triste, s’infilò nell’imbuto che il barman teneva nel collo di Read more.
DUE PAROLE SUL MEETING AMBIENTALE (17)
“Tre minuti alla fine del meeting.” “Ci dica MacLoss”, chiede un generale, “è sicuro che funzionerà?” “Vi basti sapere che Read more.
A.K. ROSSO
il prolasso della terra, la carne ferita che pulsa ancora. * la stanza di polvere rossa, una spalatrice rimuove la Read more.