CUT UP E FOLD IN FATTI A MANO

Non capiscono che cosa sia successo al loro corpo e glielo chiedono – ma lui li ignora e continua a vagare – per quasi tutta la storia si sbattono per cercare una cura che li faccia tornare a essere quelle mummie logorroiche e bigotte che erano – questo perché, in fondo, nessun vecchio vuole davvero ritornare giovane – si mettono quindi a rastrellare il villaggio, più invasati di uno sciame di SS, in cerca della cura. Che alla fine trovano. – Detto ciò, si sconsiglia di ripetere certe fasi dell’azione in presenza di minori – glissando sull’altro grande pericolo, che sono le prese di corrente in cui i bambini rischiano di infilare le dita – A ogni modo pensateci con calma.

Ma torniamo a noi. – hanno detto di chiamarsi “impiccati di professione” – Sui muri delle loro celle è restato il kitsch – una doratura sobria dai bordi di polvere – piegata come un glicine a pochi metri da terra – è successo cinque notti fa – un gruppo di mezzi busti umani, appesi alla parete della sala da pranzo – per cui se oggi vivo aggrappata al filo spinato, domani sarò senz’altro la testimonial di uno spot sulla vivisezione – mi hanno raccontato che sono situazioni studiate a tavolino dalle mummie di qualche ufficio ministeriale – in combutta coi nuovi arrivati, quelli dell’attico, su all’ultimo piano – e così dopo mi cucirò gli occhi col metallo del filo spinato e canterò una canzone – un inno alla piccola incisione che mi contorna l’ombelico –  ci sono dei film porno che lo spiegano – “Quali, per esempio?” – “Ovviamente mi riferisco a Mary Poppins e alla grazia innaturale della protagonista, Julie Andrews. – Nella pellicola la Andrews porta a compimento l’armonia definitiva tra l’essere e il creato, dando vita a un personaggio femminile autenticamente scopabile.” – è un concetto che in molti non capiscono, per esempio alcuni ritengono sia immorale associare la figura di Mary Poppins all’atto sessuale, allo scopare – ciò nondimeno, nel parlato ordinario, è sempre meglio ricorrere al verbo “scopare” in luogo del verbo “chiavare”. Questo per ragioni più estetiche che morali – inoltre alcuni sostengono che, in ambiti sovversivi, circoli una pellicola denigratoria intitolata “MERY POMPINS” – tuttavia è solo una congettura. – (la logorrea delle “mummie” non è ancora un reato) – la gioventù è un cancro che si trascina un senso di pesantezza, di ruggine, di tetano, di proibito, di maleodorante, di morte – bisogna alimentare il bisogno di recitare i salmi restando vecchi – o almeno vecchi dentro – “un po’ come Mary Poppins, mentre spazza leggiadra il soggiorno di casa Banks, al numero diciassette di viale dei ciliegi, Londra” – poi uno può anche non essere d’accordo, però sarebbe soltanto lo strascico di un’altra vita, forse di una vita precedente a questa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLI A UNA GIOVANE ASSASSINA
Sfodera la tua arpa da fuoco e colpisci. È arrivato il tuo tempo, Annavanessa. Il tempo di quelli. Non farti Read more.
DISEGNI D’INVERNO
Dimmi dal colle l’infinito avvento; inaugurazione Gela il suo vuoto di cera persa un croccante sottozero   Come promessa il Read more.
QUEI DUE GIOVANI
Quei due giovani immersi in una chiocciola di parole belli pensosi arroganti li tratteggio si sfumano come mandorli in primavera Read more.
ALTRI FRAMMENTI (4)
Per primo ha eliminato dall’appartamento ogni traccia riconducibile alla moglie, affastellando in una stanza ogni oggetto, abito, alimento, profumo a Read more.
ESTIZIO (da Favole del ’68)
il pulitore nel clado che non si dorme nell’acqua che non si bava nella suona che non ha finestre tutto Read more.
CORO
“è il tempo più grigio e dolce dell’anno, prima ancora che brilli la bacca improvvisa dell’inverno” A Bertolucci dormire con Read more.
UNA MASSA “JOCKERISTICA”?
… così imbastivo la mia dialettica per un massacro (anch’esso dialettico)… per parafrasare Stefano D’Arrigo: dentro più dentro dove la Read more.
(L’OCCHIAIA. 84. “Bipedi 9”)
Come un cagnolino obbediente, sta con affanno dietro al frettoloso mazzetto di lilium appena acquistato tenuto discosto dalla scritta fucsia Read more.
PUDORE (Decency)
Così, se occorrerà spiegare nuovamente tutto dall’inizio, se saremo ancora lì, faremo allora come fa un mattino, un passo dietro Read more.