CACCIA

 

Con 2,75 $  arrivi dappertutto, anche l’espresso prendi.  Nei millepiani verso nord c’è il Bronx zoo, ma portati da leggere, la coda e le coincidenze non aspettano.  Sotto, sotto, si oltrepassa il fiordo e la foce. Napoli non è così, qui sì ci vorrebbe la Madonna “addolorata” a farci rallentare almeno per il ponte.  Ma nel mezzo della storia finalmente è vuoto, finalmente si sta all’aria vera sul battello. “Giò  aspetterà per far coincidere le onde? i pesci non escono allo scoperto!”

Alla stazione dell’isolato, lo vedo e non lo vedo, sparito in un secondo nel cubo – vetro che sale al trentaduesimo come l’Assunta. Non è possibile svegliarsi adesso e perdere il panorama! Solerte mi riprendo al volo al primo pianerottolo, si fa per dire. Un falsopiano con la mobile poi nastro trainante e arrivo in cronometrata all’orizzonte: di  specchi rovesciati un tavolino, baldacchino, sulla baia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LINGUA
La disciplina della punteggiatura. L’umiltà della matita. La grammatica breve, elementare ed esatta. L’onestà intellettuale. Il decoroso incedere delle parole. Read more.
ABBANDONI
Hai lasciato i tuoi libri sul pavimento, e mi chiedo se a guardarli si possa capire quali hai letto e Read more.
COMPILATORI
la realtà fenomenica è controllata da programmi molto piccoli, perfetti per le sue delicate imperfezioni. per ogni variabile o eventuale Read more.
I NUVOLANDESI
Erone Cretese riporta nei suoi diari di viaggio il bizzarro e breve soggiorno tra i Nuvolandesi. Producendosi il caso che Read more.
1)
ed è tramonto di un passo dentro ogni spina di spine la fine di un luogo   la forma dell’angolo Read more.
FIN DOVE
la stanza è un paesaggio sospeso tra terra e mare sul bagnasciuga corpi senza numero un varco per respirare aria Read more.
STORIA DI JAZZ (CORTOCIRCUITI) 1
Il contrabbassista cercò una via d’uscita da quel giro armonico triste, s’infilò nell’imbuto che il barman teneva nel collo di Read more.
DUE PAROLE SUL MEETING AMBIENTALE (17)
“Tre minuti alla fine del meeting.” “Ci dica MacLoss”, chiede un generale, “è sicuro che funzionerà?” “Vi basti sapere che Read more.
A.K. ROSSO
il prolasso della terra, la carne ferita che pulsa ancora. * la stanza di polvere rossa, una spalatrice rimuove la Read more.