ora che (19) – marzo 1980 –

‘quando ti vedo?’

‘quando vuoi, da qui non mi muovo’

– ora per favore tu dovresti scostarti un po perché con la luce che ti cade alle spalle non distinguo la tua faccia tanto basta grazie

– si é scostata smetto di guardarla

– subito dopopranzo della prima vera giornata di primavera con tutti vai sulle colline di aspra a raccogliere un mazzo di tulipani e dimentichi poi di stare cinque minuti seduta sull’erba a guardare il mare dall’alto della scogliera a cercare laggiù nell’immenso pianoro blù il vento della montagna il giubbox echeggiante la piccola cicala rivoltata che annaspa più in la all’ombra di un macigno mobile scalza senza elmo protettivo lontana dalle altre che in 9 formazioni a cuneo alte sullo sfondo di un cielo viola si scorgono appena a dispetto della potenza del binocolo militare

– frastornata rifai tre volte il numero del telefono

– disdici tutto

– i tulipani e il mare erano soltanto una diversione non riuscita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’ERGASTOLANA
E’ arrivato l’autunno. Ma lei testarda se n’è rimasta silenziosa sotto l’ombrellone. Le ho passato un plaid, si è rannicchiata, Read more.
06.59. AM. SCUSA UN MOMENTO, IO VOLEVO ENTRARE NEL TUO MONDO
Allora leggo: scusa un momento, io volevo entrare nel tuo mondo, che non era caratteristiche belle e buone, ma un Read more.
CONCLUSIONE
l’imperatore cinese ha torto, gettandosi. brucia come un cespuglio. è per fede.   non si distingue più la scena, gli Read more.
GELICIDIO
Piove a pulviscolo che bagna tutta la giacca – però piano, che non sembri. Piove a scroscio che inzuppa fino Read more.
GLI ALTRI – n.18
ti ho conosciuto col phone sparato sui piedi. Per asciugarli, dopo la doccia. Adesso ti rivedo e il phone è Read more.
OSTRUZIONI 2
l’incendio igienizzante quindi la superficie della terra della terrazza galleggiano per estremi] sàltano le mani [nota al campione pervenuto da Read more.
COPULAZIONE
In brevi formule nascoste lunghe facoltà di qualificazione e abilità di sostanziare le potenze e sgrammaticarci tutti   Se ogn’altra Read more.
LE DUE SIGNORE
una passeggiata tra 91 e 96 anni movimenti lenti incollano l’aria a carezze funamboliche da mani ossute viottoli pietrosi fuori Read more.
TRANSIZIONI – 2
attraversa incolume la strada nel sole forestiero dell’estate. vieni dici con me al limite sul marciapiede opposto. e resto a Read more.