NON MI CHIEDERE

Non mi chiedere
dove sei
perchè non scrivo
se ti amo
io sono un’isola
non potrei esistere
se non ci fossi tu
che sei il mio mare
ho bisogno dei tuoi occhi verdi
come le alghe
delle tue mani
morbide come la rena
dei tuoi gabbiani
che si posano
sulle mie scogliere
di annegare nelle acque
di un tuo abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’ERGASTOLANA
E’ arrivato l’autunno. Ma lei testarda se n’è rimasta silenziosa sotto l’ombrellone. Le ho passato un plaid, si è rannicchiata, Read more.
06.59. AM. SCUSA UN MOMENTO, IO VOLEVO ENTRARE NEL TUO MONDO
Allora leggo: scusa un momento, io volevo entrare nel tuo mondo, che non era caratteristiche belle e buone, ma un Read more.
CONCLUSIONE
l’imperatore cinese ha torto, gettandosi. brucia come un cespuglio. è per fede.   non si distingue più la scena, gli Read more.
GELICIDIO
Piove a pulviscolo che bagna tutta la giacca – però piano, che non sembri. Piove a scroscio che inzuppa fino Read more.
GLI ALTRI – n.18
ti ho conosciuto col phone sparato sui piedi. Per asciugarli, dopo la doccia. Adesso ti rivedo e il phone è Read more.
OSTRUZIONI 2
l’incendio igienizzante quindi la superficie della terra della terrazza galleggiano per estremi] sàltano le mani [nota al campione pervenuto da Read more.
COPULAZIONE
In brevi formule nascoste lunghe facoltà di qualificazione e abilità di sostanziare le potenze e sgrammaticarci tutti   Se ogn’altra Read more.
LE DUE SIGNORE
una passeggiata tra 91 e 96 anni movimenti lenti incollano l’aria a carezze funamboliche da mani ossute viottoli pietrosi fuori Read more.
TRANSIZIONI – 2
attraversa incolume la strada nel sole forestiero dell’estate. vieni dici con me al limite sul marciapiede opposto. e resto a Read more.