ora che

marzo 1980

ora che il ‘sistema emotivo’ USA ha gia messo radici qui, mediterraneo 198O – ora che la differenza d’età tra europa e america si é equamente disciolta – ora che l’africa ci sta abbottonando i polsini – ora che ‘terrorismo’ significa ovunque rigetto della potestà ereditata – ora che poesia e scienza prima di lavorare sorseggiano forti dosi di gin – ora che questo stesso modo di contattare lo spazio assolve al compito di eliminare ogni residua possibilità di contatto umano – ora che la fisiologica gentilezza degli organi interni non si presta più alle melodie imperatonde dello sguardo e del prepuzio – ora che tu per potere stare peggio smetti di telefonare – ora che il lavoro fuori del lavoro é il lavoro senza cui non esiste lavoro – ora che l’inquinamento interiore può finalmente firmare trattati di alleanza paritetica con l’inquinamento naturale – ora che conosci il peso il diametro le disposizioni intenzionali del profumo della tuberosa – ora che potendo perfettamente orientare la portata della soddisfazione sulla portata del desiderio disorienti senza desiderio l’orientamento – ora che hai imparato a non dare la mano – a stringere bene la mano sia sporca che pulita – a passare la mano – a prenderla – a lasciarla – ora che invece di alzare o abbassare le mutande entri ed esci dalle mutande – ora che sei più alto e snello del fante romano e più basso e debole del colonizzatore spaziale e lo sai – ora che la forza dei tuoi pensieri ha gli stessi tremiti della forza dei tuoi sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PERSICO
Nel corso degli anni ho imparato a perdere. A vincere no, purtroppo. Per perdere dignitosamente bisogna anzitutto sapere per cosa Read more.
A QUEL PUNTO AVER RAGIONE O TORTO NON INTERESSA PIU’ A NESSUNO
Li rilevano e li catturano depurando aria già pulita. Basta abbassare la soglia di tolleranza. Secondo me è un’idea geniale Read more.
da AL BALCONE SOGNANDO
“sai? – penso di dirle – la sicilia è un’isola che in pochissimo tempo è diventata una provincia dei sargassi Read more.
SALVA LA MIA CITTA’ DAL NOSTRO INTIMO DILUVIO
L’amputazione di una gamba avvilirebbe chiunque, specie quando non passa. La sua signora infatti vive quest’incidente con una intensità drammatica. Read more.
SOSTENIAMO
che sfugga alla definizione di lavoratore chiunque svolga un’attività senza il fine di trarne i mezzi necessari alla propria esistenza. Read more.
WHERE EVER
Nei momenti di panne (così li chiamava celiando sul suo cognome) era solito chiedersi dove andavano a finire, confuse nell’immenso Read more.
GLI ALTRI – N.13
dici che vuoi ucciderla per andare da Bruno Vespa e dire qualcuno l’ha uccisa. E sai che per quelli che Read more.
IL PROFETA DELLA PERIFERIE (8)
  Stephano, li condusse, allora, ad affrontare il Deserto delle Tentazioni, l’immensa distesa di un lago di sale disseccato battuto Read more.
MI E’ CADUTO A TERRA IL CUORE
mi è caduto a terra il cuore, che di solito tengo in tasca. per poco non ci ho camminato sopra. Read more.