e allora niente, era lì con me

e allora niente, era lì con me, nuda sul letto, bellissima, con tutte le cose tipiche della donna nuda sulla pelle, c’aveva la figa e le tette dal vivo voglio dire, però era messa di culo, sdraiata sulla pancia, si vedevano il culo e il resto che c’è dietro a una donna nuda, m’ha chiesto un massaggio, “fammi un massaggio alla schiena” ha detto “ce l’ho tutta che mi fa male”, io ero vestito, cioè avevo una maglietta e le braghe del pigiama, nient’altro, comunque la situazione era questa, una situazione buona, no?, certo che sì, alla grandiosa, una situazione ficcante, le ho detto “’spetta un secondo, torno subito”, e lei “dove vai?”, “te ‘spetta che arrivo subito”, son sceso dal letto, mobiletto del bagno, flacone di vaselina, la vaselina è ideale anche per i massaggi, una spruzzata d’olio sulla schiena, lei ha avuto uno scatto, piccolo, “è fredda, mi piace” ha detto, gliel’ho spalmata dappertutto, anche lì voglio dire, mezz’ora a massaggiarle schiena gambe e passera, inginocchiato vicino, lei ogni tanto miagolava, “ahhh” diceva “che bello”, la sua voce un petalo di rosa, a quel punto la situazione era diventata ottima, no? no, dire ottima è poco, direi piuttosto che era magica, sì, era una situazione magica, mi son spogliato nudo, lei sempre distesa, la schiena unta, il culo idem, la faccia sul cuscino, di lato, “che fai?” m’ha chiesto, “non saprei, dimmelo te” le ho risposto, avevo il pisello di pietra, il granito giusto per scopare voglio dire, lei s’è girata, m’ha guardato, occhi azzurri come il blu del cielo, “non mi va di scopare” ha detto, mi son sentito lo stucco nel cuore, le ho detto “ma che dici?”, e lei “scusa, lo so, sono una stronza, scusa, mi sono lasciata da poco col mio ragazzo, scusa”, e allora niente, è andata così, ho rimesso via la vaselina, situazione magica crollata, un crollo generale direi, eravamo a casa mia, nudi sul mio letto, ho ripensato a blade runner, al monologo finale, quello famoso “io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi”, ho ripensato a blade runner, a quel monologo lì, “io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi” voglio dire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LA TERZA FIGLIA
A volte, quando anche la seconda fra le tue figlie è rientrata, saranno le quattro del mattino, e tu finalmente Read more.
INTERNO UNO
Quando l’Uomo creò Dio, Annabianca era impegnata in un’altra conversazione, perciò non vide sorgere la Luna et le Stelle, né Read more.
NIENTE E’ DIVERSO E SE E’ DIVERSO NON E’ MAI VERAMENTE DIVERSO
I 6 effetti benefici del bicarbonato. I 5 vantaggi della frutta secca. I 9 cibi più ricchi di iodio. Gli Read more.
(capitolo quattordicesimo) E GLI AVOCADO SPARIRONO NEL GIRO DI UNA NOTTE
La dottoressa citofona a Gina e le dice di chiamare l’ascensore. Il computer è riparato. Gina preme il pulsante, attende Read more.
ora che (6)
– lo scrivere e il parlare sono presi a pesci in faccia dal fare – appunto tu cominci a fare Read more.
IO SONO JACK SMITH (II)
Non saluto alle spalle della gente. Io sono jack smith. Se ti giri dopo che ti ha detto addio non Read more.
IL FLUSSO
C’è questo flusso e bisognerebbe eliminarlo. O meglio, sarebbe meglio se non ci fosse. E invece c’è. È in posizione Read more.
ora che (5)
‘ehi tu’ (ma si ‘ehi tu’) ‘io’? ‘tu, dove stai andando?’ ‘non posso?’ ‘hai con te il biglietto?’ ‘certo che Read more.